• Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero del Reganico

    Il sentiero del Reganico è un percorso circolare che parte dalla strada verso la Piana all’altezza della vecchia cava e torna in paese nei pressi dell’Elibase. Il sentiero è stato restaurato dalle attività delle Scuole in Rete negli anni scorsi. Un tempo era una zona agricola, si incontrano fiori ma anche alberi e muri a secco. Ci sono zone dove si può sostare per un picnic, rocce colorate dai licheni e piccole grotte.Giunti quasi al termine si scorge la Cala dello Zurletto. Per completare il percorso occorre meno di un’ora senza le soste. Da non perdere in Primavera (foto del 2 aprile 2018)

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Reciso

    La Cala del Reciso si trova sulla costa occidentale, sull’origine del nome ci sono ipotesi diverse. Nella cala ci trovano due archi naturali, il primo più grande una volta era “reciso” ovvero diviso in due da una roccia che poi è crollata (vedere le tre foto in fondo). Altra ipotesi sull’origine del nome è una fessura nella parte sinistra della cala, un vero e proprio tunnel che conduce nella vicina cala “Seno della Peruccia” che si intravede solo passandoci proprio davanti. https://youtu.be/0Oaa_mU9Q5g Il primo Arco Naturale è sormontato da un nido artificiale costruito dal Parco Nazionale per il Falco Pescatore che da alcuni anni trova rifugio a Capraia ma che…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Escursione al Semaforo del Monte Arpagna

    Di Fabio Guidi Il Semaforo si trova sul Monte Arpagna in una posizione molto panoramica, si trattava di una vedetta della Marina Militare in funzione fino a poco dopo la seconda guerra mondiale che serviva a controllare i confini marini con la Corsica. La guarnigione era formata da militari della Marina Militare ed era di stanza presso due costruzioni che si incontrano lungo il percorso, l’Alloggio dei Marinai (o Colombaie) e la Casa del Capitano. La vedetta sulla cima del Monte Arpagna era una costruzione fatta di metallo ed era dotata di un grande cannocchiale montato su rotaie e conservato proprio all’interno della struttura (ora in rovina). Il Semaforo era…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Vetriolo

    La Cala del Vetriolo si trova sulla costa occidentale di fronte alla Corsica. La Cale ha spettacolari colate laviche ed erosioni marine ed al centro (di fianco alla “pelle dell’elefante”) una grotta con due ingressi. Sul  lato destro le pareti di roccia sono perforate da grandi anfratti o “tafoni” ed sono ricoperte di licheni arancioni, dopo la pioggia si forma anche una cascata di acqua.  In alto la selvaggia pendice del Monte Rosso (224 m.), dove riappaiono rocce vulcaniche rosse e una gariga ad elicriso come a Cala Rossa.  Di recente sulle sue pendici sono state scoperti due gruppi di palme nane. Fin ad oggi dal mare era visibile solo il gruppo…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola in barca con il Rais Dragut II

    Noleggia il Rais Dragut II, è il miglior modo di vivere il mare dell’Isola di Capraia! La barca ideale per le vostre escursioni giornaliere all’insegna del confort e della sicurezza.  Il Rais Dragut II Il Rais Dragut II è una Minor Offshore 25 (ora Sargo boats). La barca è costruita in Finlandia, comoda e sicura offre 9 posti per i passeggeri in tutte le stagioni. Noleggio per Giro dell’Isola Standard  Un classico per tutte le stagioni in particolare in primavera per ammirare la flora e la fauna dell’Isola. Con soste per il bagno, visita alle grotte e alla zona della ex riserva integrale del Parco Nazionale  Durata: circa 3 ore Noleggio…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero per il Monte Castelluccio e la Mortola

    Di Fabio Guidi Un percorso ad “anello” dalla diramazione dell’ex carcere “L’Ovile” al Monte Castelluccio alla diramazione dell’ex carcere “La Mortola” e ritorno. Si percorre in circa 3 ore (soste comprese) e parte nei pressi della cabina Enel rossa sopra l’Ovile. Noi l’abbiamo provato in una splendida mattina invernale, tiepida ed assolata. Nella prima parte il sentiero sale molto ed è in pieno sole, prosegue poi tra la macchia alta in parte in ombra fino alla vetta del Monte Castelluccio (433 m.). Le vetta del Monte in realtà non si può raggiungere perché è costituita da una grande roccia con pareti ripidissime. La vetta sovrasta un grotta utilizzata fin da…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Moreto

    Superata la punta sud dell’Isola, subito dopo la Cala Rossa, troviamo la grande Cala del Moreto. Si tratta di una grande cala rivolta a sud ovest con fondali per lo più sabbiosi e coste molto varie. Si tratta di una sosta molto popolare per le barche a vela che vi sostano anche la notte. La Cala del Moreto ha due spiagge di sassi. La prima proprio al centro nella quale si trova un canalone da cui si accede alla piana dello Zenobito. La seconda ha il nome di Calanca del Sordo (o Pidocchio) e ci si arriva solo in barca. Si trova sulla destra della cala del Moreto ed appare…

  • Bere & Mangiare,  Capraia,  Cosa Fare,  Ricette

    La Sammola e le sue ricette

    La Sammola (Aglio trigono, Allium triquetrum) Molto comune a Capraia, si trova in prevalenza nei dintorni del Paese. E’ una pianta bulbosa perenne, con fusto alto 10-45 cm, fortemente trigono, dall’intenso odore di cipolla. Le foglie, quasi basali, sono molte lunghe. I fiori, peduncolati, sono raccolti in un’infiorescenza terminale ombrelliforme. Il bulbo, spesso fino ad 1,5 cm, può essere mangiato come l’aglio domestico. Fonte del testo:  www.oasiwwf.it Le ricette tradizionali Capraiesi a base di Sammole: Torta di Sammole Ingredienti: un mazzetto di sammole, 200 gr di farina, sale, pepe, 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva, acqua In una terrina tagliare a pezzetti le sammole. Aggiungere la farina, il…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola con Giovanni

    A bordo della motobarca MARGO’ potrete osservare la costa dell’isola: a picco, frastagliata ed erosa dalle forti mareggiate, ricca di grotte e anfratti la costa di ponente, più dolce e accogliente quella di levante. Appassionanti incontri ci riserva questa escursione: il raro ed elegante Gabbiano corso, i voli acrobatici del Falco pellegrino, i simpatici tuffi del Marangone dal ciuffo, i volteggi del Falco pescatore. Sosta obbligata a Cala Rossa per osservare i colori a contrasto dello spaccato grigio/rosso del vulcano dello Zenobito, con l’omonima Torre a guardia della punta sud dell’Isola. Visita alla zona della ex Riserva Integrale del Parco Nazionale e sosta nelle grotte dell’isola. Durante il periodo estivo…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero perduto dello Zenobito

    Il sentiero perduto dello Zenobito è una delle vie più antiche di Capraia che permetteva di arrivare alla Torre dello Zenobito e che probabilmente è stato utilizzato per la stessa costruzione della torre dal 1545. Il sentiero si percorre in circa 3 ore a partire dalla Piana. Si tratta di un sentiero impegnativo che si consiglia di percorrere a partire dalla mattina presto. Troverete l’imboccatura del sentiero dopo alcune decine di metri sulla destra al termine della recinzione dell’Azienda Agricola della Piana. Il sentiero corre parallelo alla costa est dell’Isola di Capraia. Una volta giunti sul primo promontorio si scorge già lontana la torre dello Zenobito e tutte di seguito…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Capraia, quando non ci vado mi manca

    di Francesca Uluhogian Che motivi ci possono essere per visitare l’isola di Capraia? La voglia di camminare può essere un valido motivo, vedere con i propri occhi la bellezza di questa isola può essere un altro, ma i motivi, in realtà sono davvero molti! Capraia fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed insieme alla Gorgona è il panorama abituale dell’orizzonte dei cittadini di Livorno. Le vedono da lontano, certo, ma sono talmente abituati a vederle li, davanti a loro, con le loro tipiche sagome così familiari, che prendono contrasto all’ora del tramonto. Ma proprio perché le hanno sempre davanti ai propri occhi, nella loro quotidianità che gli sembra di…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare,  Ricette

    I Totani Ripieni di Roberta

    Nel novembre 2018 la Rai con la trasmissione Linea Blu ha ripreso la nostra Roberta Benelli mentre preparava i suoi famosi Totani Ripieni (che poi sono Calamari) Ecco la sua ricetta: Ingredienti 4/5 totani di media grandezza; 1/2 uova; prezzemolo; aglio; pan grattato; 1 limone non trattato; 10 gr. di pinoli; mollica di pane (da mettere a bagno nel latte); pomodorini datterini; vino bianco; sale e pepe q.b. Pulire i totani, separando il corpo da ali e ciuffi; Mettere ali e ciuffi in una padella con poco olio e scottare per 3/4 minuti; Inserire nel mixer tritatutto e tritare velocemente; Prendere una boule a cui dovremmo poi aggiungere il composto…

  • Cosa Fare,  Diving,  Mare

    Immergersi a Capraia… Una esperienza indimenticabile!

    L’Isola di Capraia è la terza isola per grandezza dell’Arcipelago Toscano ed unica di origine vulcanica dell’Arcipelago Toscano, risultato di una doppia eruzione: una antichissima, risalente a circa nove milioni di anni fa ed una più recente, datata cinque milioni d’anni or sono. L’Isola è al centro del “santuario dei cetacei”, fulcro e perla del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, immersa nell’area marina protetta più grande d’Europa. L’Ente Parco regolamenta in modo preciso tutte le attività, sia terrestri che marine, e questo ha permesso una prodigiosa rivitalizzazione dell’intero ecosistema. Dai fondali di Capraia puoi aspettarti acque limpide come non mai, scenari emozionanti e tanto pesce che difficilmente è possibile incontrare altrove…

  • Bagni,  Cosa Fare,  Mare

    Il bagno nel Blu allo Scoglione

    Lungo la costa est di fronte alla Cala dei Porcili si incontra uno scoglio isolato chiamato lo Scoglione. Il luogo ideale per fare un bagno su un fondale alto da 10 a 40 metri circondati dai pesci. Il bagno nel Blu. Ci si arriva solo in barca e si può gettare l’ancora su un fondale di sabbia a pochi metri dallo scoglio. Si può nuotare tutto intorno ed appena immersi con la maschera sarà possibile vedere centinaia di piccoli pesci scuri chiamati Castagnole oltre a decine di specie diverse proprio vicino allo scoglio. Il fondale al largo dello Scoglione è molto profondo e precipita nel Blu intenso. E’ una sosta…

  • Cosa Fare,  Mountain Bike

    Il vecchio carcere di Capraia con la Mountain Bike

    Di Fabio Guidi L’attività principale all’aperto a Capraia è sicuramente il Trekking ma ci sono dei percorsi anche a disposizione di chi vuole esplorarla con la Mountain Bike. Il vecchio carcere ad esempio presenta una strada percorribile con questo mezzo. La strada inizia al Porto presso la chiesa dell’Assunta e si inerpica a tornanti fino all’ingresso del vecchio carcere delimitato da un arco colorato. Il carcere è stato attivo dal 1873 al 1986, la strada “Cornero” che si percorre per arrivare alla prima “diramazione” dell’Aghiale è stata costruita intorno al 1935 insieme al sistema di gestione delle acque piovane costituito dai vasconi e dai vadi. L’intero carcere è caratterizzato dalla…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Ceppo

    La cala del Ceppo si incontra sulla costa orientale appena superata la punta della Civitata. La cala ha un fondale quasi tutto di sabbia e l’acqua è di un azzurro chiaro perfetta per fare snokeling. La Cala si giunge in barca ma anche a piedi con un sentiero che parte dal Paese e che transitando per la zona della Piana porta al mare parallelamente al vado omonimo. Dalla Cala è facile osservare in volo i rapaci sulla costa alta ed il fondale è pieno di pesci (Occhiate) che circondano la barca in attesa di un pezzo di pane secco. Vedi anche: https://www.visitcapraia.it/itinerario-dal-paese-alla-cala-del-ceppo/

  • Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola “8su8” con Maurizio

    Di Elisa Casagrande Montesi Millenovecentoquarantotto. Ultimo di dodici fratelli, tutti con il nome che inizia  con la emme. Maurizio, una vita trascorsa in Capraia, e innumerevoli storie. Tanti sono i lavori che ha fatto, ma credo che quello che lo rappresenti meglio sia proprio questo. “8su8”, come lo chiama lui, ovvero, il giro dell’isola.  È un oratore Maurizio, ti incanta con i suoi anedottoti. Siamo nella sua cantina e lui è intento a cucinare granseole appena pescate. Con le orecchie ascolto, ma i miei occhi vagano meravigliati tra tutti i cimeli che costudisce come nel museo di una Capraia ormai dimenticata, ma che torna viva tra le sue parole. Come…

  • Cosa Fare,  Trekking

    La Torre delle Barbici

    Di Mariella Ugolini Quando si osserva un territorio insulare su una mappa, la curiosità cade innanzitutto sui luoghi ‘limite’, cioè le coste e in particolare le ‘punte’. Capraia, con il suo sviluppo longitudinale orientato da NE a SO, ha due punte estreme: a meridione quella dello Zenobito, con la splendida Torre circolare che domina la magnifica Cala Rossa, a settentrione quella della Teja, con la leggendaria Torre delle Barbici a picco sul mare. L’aspetto suggestivamente diruto della Torre delle Barbici, la struttura severamente squadrata sulla rupe costiera, la memoria della sua imponenza ne fanno perfetto luogo di prigionia per la ‘Regina’, liberata dal coraggioso Sabatino nella leggenda locale che ha…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala Rossa

    La Cala Rossa è ciò che resta di una bocca vulcanica vecchia di oltre 4 milioni di anni. Si trova sulla punta Zenobito ed è una delle più spettacolari cale del Mediterraneo. Ha acque cristalline e chiarissime su cui si rispecchia ciò che resta della bocca del vulcano ed è dominata Torre dello Zenobito di origine Genovese (1545). Cala Rossa è una tappa obbligata del giro dell’Isola in barca

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala della Mortola

    Costa Nord Orientale. La Cala della Mortola, il cui nome significa “luogo di mirti “, ha un fondale tutto di sabbia, meravigliosi riflessi verdi ed azzurri. Ha una spiaggia di ciottoli o di sabbia se il mare decide di concederla, il vento di Grecale la porta via ed il Libeccio la riporta. Si può raggiungere solo in barca ed è una tappa obbligata del giro dell’Isola. Intorno alla Cala fiorisce il Giglio stella (Pancratium illyricum) o Giglio di mare illirico che è un endemismo sardo-corso ed è diffuso solo in poche isole toscane in Corsica e in Sardegna. A Capraia si può ammirare già alla fine di Aprile sulla costa nei pressi dell’arco del Reciso e dalla Cala della…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero per la Cala della Carbicina

    Di Fabio Gudi Si tratta di una diramazione del percorso che porta allo Zenobito lungo la costa Est. Questo sentiero è importante perché porta al mare, in una località meravigliosa a poca distanza dalle cale Lo Zurletto e Ceppo. La Carbicina dista circa 6 km dalla piazza del paese e occorrono circa 2 ore per arrivarci. La Carbicina è una tappa del giro dell’isola in barca e anche dalla Barca Taxi in estate e potrebbe essere una buona idea organizzare il ritorno via mare. Il sentiero passa dalla Piana poi, dopo il Patello, il panorama si apre e si vede la Torre dello Zenobito e poco prima lo Scoglione. In…

  • Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala Rossa in inverno (31 dicembre 2019)

    La Cala Rossa è una piccola bocca vulcanica vecchia di 4 milioni di anni sulla punta sud dell’isola di Capraia. Si tratta di una delle più spettacolari cale del Mediterraneo, acque cristalline e chiarissime su cui si specchiano le rocce chiare del promontorio dello Zenobito, con l’omonima Torre di origine Genovese (1545), e il rosso del cratere del vulcano. E’ la meta obbligata di ogni giro dell’Isola in barca in tutte le stagioni. In inverno i colori sono più vividi, la terra all’orizzonte è la Corsica che dista solo 15 miglia nautiche. La barca nei video è il Rais Dragut II con il quale è possibile raggiungere Cala Rossa in…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Lo Stagnone di Capraia

    Scorrono le nubi sullo Stagnone (10 febbraio 2019) Di Fabio Guidi Prendete una domenica d’inverno a Capraia: l’occasione perfetta per un’escursione a piedi nel cuore dell’isola! Capraia è un’isola di origine vulcanica, nata circa 9 milioni di anni fa, ma sul territorio non ci sono tracce di bocche vulcaniche. La leggenda vuole che lo Stagnone, unico invaso naturale dell’Arcipelago Toscano, sia stato la bocca del vulcano. Questo “laghetto” è anche la destinazione della nostra gita. Dal paese di Capraia Isola, lo Stagnone dista circa 6 km. Il percorso è vario: si inizia andando verso la Piana ma poco prima di arrivarci si devia a destra in direzione dell’Arpagna. Da qui inizia la Strada del Semaforo…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il tramonto al Dattero

    Di Fabio Guidi Diciamo la verità, a Capraia manca una sola cosa, Il Tramonto… Il paese ed il porto, le uniche zone abitate, sono rivolte a Est per cui l’unico modo per vedere il tramonto è dal mare o dai rilievi montuosi dell’isola. Una semplice escursione a piedi fattibile in tutte le stagioni vi porta alla scogliera del Dattero. Si parte dal porto nei pressi della chiesa dell’Assunta, si percorre tutta la strada del vecchio carcere fino alla “diramazione” della Mortola (un bellissimo edificio abbandonato fin dagli anni 60). La Mortola rimane nascosta alla vista fino a che dopo una curva appare maestosa. Dopo la Mortola la strada prosegue e…