• Ex Carcere

    La Colonia Penale di Capraia (1940)

    Ministero di Grazia e Giustizia Direzione Generale Istituti di Prevenzione e di Pena Colonia Penale Agricola di Capraia Relazione dell’Ispettore Agricolo Roma, marzo 1940  […] svolge la sua attivià la Colonia ed ha continui necessari contatti con la popolazione civile. La Centrale infatti e l’alloggio del dirigente sono avulsi dal tenimento, da cui distano 3 km e sorgono in Paese. Gli agenti con famiglia hanno tutti case in fitto nel paese. Molti servizi che funzionano per opera di internati sono usufruiti anche dai locali per mancanza di altra mano d’opera. Così l’unico barbiere è un internato e lo stesso dicasi del calzolaio, fabbro, falegname, fornaio, ecc. Per tutti i lavori…

  • Ex Carcere

    Il Caseificio (ex carcere)

    Si tratta di un piccolo edificio, uno dei più antichi dell’Ex Carcere, che si trova in alto nella Valle di Portovecchio. E’ l’unico edificio che ha una sorgente perenne proprio all’interno. Probabilmente per questo è stato usato per la produzione dei formaggi e da qui il suo nome. Sui terrazzamenti nei pressi dell’edificio ci sono almeno 50 ulivi. L’edificio è stato restaurato dalla Azienda Agricola concessionaria “La Sorgente”

  • Ex Carcere

    La Lavanderia (ex carcere)

    La “Lavanderia” si trova ai piedi del Monte Castello al termine dell’itinerario Laghetto-Monte le Penne-Colonia Penale di fronte agli Orti Grandi dell’Ex Carcere. Attualmente fa parte della concessione della Azienda Agricola “La Mursa” che produce ortaggi e vino. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    Il Vascone degli Orti Grandi (ex carcere)

    Il grande Vascone degli Orti Grandi veniva utilizzato per l’irrigazione della Ex Colonia Penale Agricola. Anche oggigiorno è utilizzato dalle aziende agricole e l’acqua piovana continua a riempirlo. Nelle foto l’acqua è di un verde smeraldo e scorre anche dal grande rubinetto posto alla sua base. Ci sono altri due vasconi nell’Ex Carcere, uno all’Aghiale ed uno sopra la Lavanderia. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    La Chiesetta (ex carcere)

    C’è una piccola chiesetta diroccata nell’Ex Carcere nei pressi dell’Aghiale di cui non si conosce la storia. Il tetto è crollato ma il piccolo campanile svetta ancora sull’abside. All’interno sulle pareti ci sono dei dipinti naif. Opera di detenuti? Nessuno lo sa ma ci piace immaginarlo. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    La Stalla (ex carcere)

    La Stalla dell’ex carcere. Fino alla chiusura nel 1986 ospitava le mucche, dopo tanti anni dalla chiusura e fino al 2010 un primo allevamento di capre. Oggi è in concessione all’Azienda Agricola il Saracello ancora per l’allevamento delle capre. Nei primi giorni del 2015 l’edificio principale è stato ripulito. La Stalla è il più vasto edificio di Capraia ed ha un panorama bellissimo sul paese e sul mare. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    L’Ovile (ex carcere)

    Penultima diramazione del’Ex Carcere. Comprende vari edifici tra cui gli alloggi delle guardie, una casa colonica riadattata a carcere ed una chiesa che è stata utilizzata come ovile. All’interno della casa colonica si trova una bella grata attraverso la quale si intravedono i ruderi dell’osservatorio della Marina Militare di Monte Capo. Era anche la stalla dei muli (ma nell’ex carcere le funzioni cambiavano in fretta). La foto con i muli è tratta dal libro: Alfredo Gambardella, “Le colonie penali nell’Arcipelago Toscano”, Ibiskos Ulivieri, 2009. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    La Mortola (ex carcere)

    Ultima diramazione del’Ex Carcere verso nord a poche centinaia di metri dalla punta del Dattero e dalla omonima Cala della Mortola. E’ stata abbandonata ancora prima della chiusura definitiva del carcere. Si tratta di un magnifico edificio isolato da tutto. La BBC nel 1999 vi ha ambientato una serie di Rough Science. A cavallo del nuovo secolo, il 31 dicembre 1999 vi si è svolto il party “Millenium Mortola” di cui restano alcune tracce. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    Porto Vecchio (ex carcere)

    Nei primi tempi del Carcere erano delle Cantine (vedere la foto che proviene dagli archivi del Ministero di Grazia e Giustizia) poi gli edifici sono stati ricostruiti ed usati come officine e garage per trattori e camion. Oggigiorno è tornata ad essere una cantina per l’Azienda Agricola della Piana. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    La Casa del Direttore (ex carcere)

    Era la casa del Direttore del carcere. Oggi è la sede del Comune di Capraia Isola. L’edificio è stato restaurato nel 2000 con fondi del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Nella foto in bianco e nero (che appartiene al Fondo E. A. D’Albertis) è visibile l’edificio ai tempi del carcere. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    Il Castelletto del Direttore (ex carcere)

    Nei pressi dell’Aghiale, la prima diramazione dell’Ex Carcere sorge un misterioso edificio chiamato Il Castelletto. Nessuno conosce la sua origine, si raccontano molte storie tra cui che fosse la casa dell’Agronomo o del Direttore oppure la scuola dei Detenuti. La costruzione domina l’Orto del Direttore ha finestre dipinte e merli tutto intorno al tetto. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    L’Aghiale (ex carcere)

    La prima diramazione. Una volta passato l’arco si entrava nella ex colonia penale agricola. Subito a destra il vado con gli oleandri. Nella piazzetta c’erano le celle, gli alloggi delle guardie, la mensa, lo “spesino” (lo spaccio del carcere) ed il barbiere. Subito sopra l’Orto del Direttore su cui incombe uno strano castelletto diroccato che per un certo periodo ha ospitato la scuola del carcere. Ancora sopra l’Aghiale alto chiamato anche “Il Transito” l’ultima struttura del carcere terminata poco prima della chiusura. VEDI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’EX CARCERE

  • Ex Carcere

    La Salata (ex carcere)

    Era l’avamposto del carcere sul porto, un piccolo nucleo di fabbricati che comprendevano, oltre il corpo di guardia ed alcuni locali destinati alla residenza dei detenuti addetti alla pesca, anche un locale detto “Salata” da cui prendeva il nome la diramazione. La Salata era destinata alla lavorazione e conservazione del pescato, di solito acciughe e sardine che poi erano confezionate sotto sale. Anche gli zerri, un pesce di piccole dimensioni pescato in loco, veniva prima fritto e poi conservato sotto aceto. Nelle foto alcuni dei barattoli di metallo originali con dei bellissimi disegni “naif”. La Salata è stata restaurata con fondi del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed ospita oltre alla…

  • Ex Carcere

    L’Ex Carcere di Capraia

    Nel 1873 fu istituita sull’Isola di Capraia la Colonia Penale Agricola, successivamente denominata Casa di Lavoro al’Aperto ed infine Casa di Reclusione di Capraia Isola. Il Ministero di Grazia e Giustizia con Decreto del 27 ottobre 1986 n. 607511 dispose la chiusura della casa di reclusione di Capraia Isola con decorrenza 31 ottobre 1986 e la dismissione all’Amministrazione finanziaria del compendio immobiliare sede dell’istituto di pena, unitamente a tutte le aree annesse.L’Istituto penitenziario era costituito da più complessi edilizi denominati “Diramazioni”. La “Centrale” sorgeva nell’ex convento di Sant’Antonio ed era la sede della direzione e degli uffici amministrativi del carcere. Vi si accede anche oggi passando sotto due archi da…

  • Agricoltura,  Ex Carcere

    La “Sorgente”

    Settembre 2020, nella ex colonia penale agricola c’è una piccola azienda agricola a cui abbiamo dato il nome provvisorio di “La Sorgente”, si tratta in effetti della ex diramazione chiamata “La Formaggera” o “Caseificio”. La sua caratteristica unica è però il fatto di avere una sorgente perenne, una delle poche di Capraia, all’interno dell’edificio stesso che una volta serviva per la produzione dei formaggi dell’ex carcere. Da alcuni anni Angela e Daniele hanno avviato una piccola attività agricola ed il restauro dell’edificio stesso. Producono olio d’oliva e capperi e sperimentano anche la coltivazione dei Pistacchi e dello Zafferano. Sui terrazzamenti scoscesi ci sono circa 60 ulivi che sono stati potati…