Capraia Eventi 2020

Il ritorno del guerriero e altre storie d’archeologia capraiese

l ritorno del guerriero e altre storie d’archeologia capraiese The Warrior is back Archaeological stories from Capraia Isola di Capraia (LI) - Chiesa di Sant’Antonio 25 luglio - 1 novembre 2020 Island of Capraia (LI) - Sant’Antonio Church July 25th - November 1th, 2020

Camminate autunnali con il  Walking Festival  del Parco Nazionale Arcipelago Toscano  2020  dal 13 settembre al 1 novembre.

  Il Walking Festival autunnale 2020 dà appuntamento agli amanti della vacanza naturalistica nella bellezza del Parco dell’Arcipelago Toscano dal 13 settembre al 1 novembre con un anticipo il 6 settembre solo per l’isola del Giglio.  Un invito ad immergersi  nei piccoli borghi ricchi di tradizioni, nelle atmosfere e i colori autunnali, con passeggiate a tema, degustazioni,  wine trekking, birdwatching e whalewatching,  nella calma,  lontani dalla confusione e in piena sicurezza sanitaria. Il programma interessa le isole di Pianosa Elba, Giglio e Capraia. Vi elenchiamo  solo i titoli del programma rinviando  per le informazioni di dettaglio agli uffici di Info Park  tel. 0565 908231 o alla mail: info@parcoarcipelago.info  oppure sulla pagina del parco: https://www.islepark.it/images/WF_autunno_Programma_2020.pdf   Si segnala che è necessario prenotare per  consentire l’organizzazione del distanziamento  e per avere conferma del programma.

L’ottobre del Totano

La ProLoco Capraia Isola comunica che l’edizione 2020 della Sagra del Totano non potrà svolgersi secondo le canoniche modalità causa restrizioni dovute al Covid-19. Tuttavia, sarà possibile degustare il totano di Capraia e le altre specialità eno-gastronomiche dell’isola nelle varie attività locali durante tutti i weekend di ottobre: l’ottobre del totano! Oltre al cibo, con il Walking Festival autunnale saranno organizzate escursioni guidate nei percorsi più suggestivi dell’isola, giri dell’isola in barca ed escursioni via mare con bagno, snorkeling ed immersioni subacquee, visite alla mostra archeologica del guerriero presso la Chiesa di Sant’Antonio e presso la nuova biblioteca comunale alla Torre del Porto. Inoltre sarà aperto il nuovo info point del parco con i suoi viaggi virtuali... e molto altro. Il totano vi aspetta!

Info Park “La Salata”

Orari di Apertura fino al 1 novembre 2020   Venerdì               10 -12                    17-19 Sabato                 10 - 13                  16 -18 Domenica           10 -13                    16 -18     COMUNICATO STAMPA 11 agosto 2020   Inaugurato il nuovo Punto Informativo e Centro di Educazione Ambientale della Salata a Capraia   Durante la sua ampia visita all’arcipelago toscano, nella mattinata di ieri il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha partecipato, con il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri e con il Sindaco di Capraia Isola, nonché Presidente della Provincia di Livorno, Marida Bessi, all’inaugurazione del nuovo Punto Informativo e Centro di Educazione Ambientale realizzato presso la struttura denominata La Salata, nel delizioso porto turistico dell’isola. La Salata era l’avamposto del carcere sul porto, un piccolo nucleo di fabbricati che comprendevano, oltre il corpo di guardia ed alcuni locali destinati alla residenza dei detenuti addetti alla pesca, anche un locale detto appunto “Salata” da cui prendeva il nome la diramazione. La Salata era destinata alla lavorazione e conservazione del pescato, di solito acciughe e sardine che poi erano confezionate sotto sale. Anche gli zerri, un pesce di piccole dimensioni pescato in loco, veniva prima fritto e poi conservato sotto aceto. Già l’intera struttura della Salata era stata oggetto, alcuni anni fa, di un intervento di restauro con fondi del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. Il nuovo progetto è stato realizzato sulla base della fattiva collaborazione tra il Parco Nazionale, il Comune di Capraia Isola e la Pro Loco allo scopo di realizzare un punto di informazioni turistiche, in grado però di rappresentare anche un centro di educazione ambientale dedicato alla conoscenza dell’isola, dell’area protetta a terra e a mare e del Santuario Internazionale per la tutela dei Mammiferi Marini “Pelagos. Tale centro – finanziato dal PNAT e in quota parte cofinanziato dalla Regione Toscana e dal Comune di Capraia Isola nell’ambito del progetto EcoSTRIM Interreg Marittimo IT FR – rappresenta anche un nuovo Punto Informativo dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità ed arricchisce la rete regionale di strutture attivata per monitorare e per promuovere le straordinarie eccellenze del Santuario dei Cetacei. Il centro di educazione ambientale di Capraia inaugura una nuova generazione di ambienti interattivi e immersivi realizzati dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano attraverso gli specialisti della Carraro-LAB di Brescia. Lo spazio espositivo è concepito per offrire ai visitatori una serie di esperienze multimediali dedicate ai temi dell’area protetta, un percorso naturalistico digitale che accompagna tutti i target offrendo emozioni e conoscenze. L’esperienza di visita parte dalle pareti che costituiscono una scenografia colorata ed immersiva, animata da alcuni monitor che arricchiscono il panorama iconografico. I rumori della natura, dai suoni dei cetacei al rombo dell’antico vulcano, fino agli uccelli sul mare e nel vento, completano lo scenario emotivo, che avvolge immediatamente il visitatore. In coincidenza dei vari pannelli tematici, sono ben evidenti dei sensori eBeacon che attivano contenuti multimediali corrispondenti sui tablet forniti dal centro. I tablet consentono di approfondire le varie tematiche in specifici format interattivi.  Sarà così possibile ripercorre le fasi della storia geologica di Capraia, dal grande vulcano originario fino alla eruzione dello Zenobito che hanno portato all’attuale morfologia. Si potranno scoprire le caratteristiche della foca monaca, mammifero rarissimo recentemente avvistato nelle acque dell’isola. Un modello tridimensionale di Capraia permetterà di percorrere virtualmente i sentieri, mentre sul mare si potranno identificare i profili dei cetacei, e infine immergersi nel patrimonio archeologico di Capraia attraverso una visita agli antichi palmenti. Un angolo dell’installazione è dedicato ai visori di realtà virtuale, che ripropongono in modalità immersiva i temi di Capraia. Sarà così possibile Immergersi virtualmente tra i cetacei, assistere in una macchina del tempo di milioni di anni allo spettacolare timelapse della storia geologica dell’isola, effettuare trekking immersivo sull’anello dello Stagnone, provare un “virtual whale watching” su una barca a vela, volare in 3d sull’arcipelago toscano. Infine, ad impreziosire il centro didattico e divulgativo, sono esposti tre splendidi modelli realizzati da Maurizio Wurtz, di Artescienza di Cogoleto, a grandezza reale, in scala 1:1, di un tursiope, di un delfino comune e di una stenella. Una finestra, insomma, sul Santuario dei Cetacei e sui suoi meravigliosi abitanti. “Ancora una volta l’Ente Parco ha risposto alle esigenze dell’Isola di Capraia realizzando una struttura meravigliosa in grado di fornire informazioni e stimoli per conoscere con sempre maggiore dettaglio la nostra isola e l’area protetta nazionale”, dichiara con orgoglio Marida Bessi, sindaco di Capraia Isola. “Un progetto che consolida la partnership con il Parco Nazionale, ma che si allarga strategicamente anche alla Pro Loco, soggetto fondamentale per la promozione e l’animazione  a livello locale – conclude Marida Bessi – e alla Regione Toscana, sulla base della collaborazione relativa all’Osservatorio Toscano per Biodiversità.” Raggiante il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri . “Abbiamo aggiunto un altro tassello al nostro sistema di strutture dedicate all’informazione turistica, al turismo sostenibile, all’educazione ambientale ed alla conoscenza del territorio. Lo abbiamo fatto in stretta sinergia con l’amministrazione locale e con la Pro Loco a suggellare un modo di operare che privilegia percorsi innovativi, partecipativi ed inclusivi. Di questo abbiamo bisogno per tutelare le risorse naturali nel nostro mare, delle isole di Toscana e per rispondere alle tante sollecitazioni che ci arrivano dal Ministero dell’Ambiente, dalla Comunità Europea e dagli organismi internazionali e che ci chiedono di rispondere agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile inseriti dell’Agenda ONU 2030”.

Capraia, l’isola dei palmenti nel Mediterraneo. Itinerario storico-archeologico + visita alla mostra archeologica

La regione mediterranea è tradizionalmente nota per la produzione vitivinicola. La breve mulattiera 'romana' che collega il porto al paese in località 'San Leonardo' e una bella passeggiata attraverso le caratteristiche vie del borgo, ci permetteranno di osservare le antiche testimonianze che rivelano la vocazione alla produzione vitivinicola dell'isola e la storia della comunità. Una visita guidata alla mostra archeologica 'Il ritorno del guerriero e altre storie di archeologia capraiese', che costituisce il primo allestimento espositivo dei reperti ritrovati sull'isola e nel mare attorno ad essa, ci permetterà di scoprire il sorprendete e ancora misterioso ruolo di Capraia nel contesto del Mediterraneo attraverso i secoli, dalle prime colonizzazioni all'epoca rinascimentale. Durata: 2 ore Livello di difficoltà: facile Zona Capraia Livello di difficoltà Facile Abbigliamento consigliato Trekking Durata ore 02:00 Ritrovo ore 14:45 CEA, LA SALATA Prezzo Gratuito

A spasso con le capre, a pranzo coi totani e… al vecchio caseificio, i capperi!

Nella Ex Colonia Penale Agricola i detenuti smistati nelle diverse ‘Diramazioni’ svolgevano attività agricole e zootecniche. Una bella escursione dal Porto a Portovecchio ci permetterà di osservare le strutture produttive di un tempo e la loro nuova destinazione: accompagneremo al pascolo le capre dell’Azienda Il Saracello, raggiungeremo il vecchio caseificio dove scopriremo le nuove coltivazioni di capperi dell’Azienda La sorgente, e facendo sosta pranzo presso l’Agriturismo Valle di Portovecchio ci godremo l’Ottobre del Totano. Ritrovo: CEA La Salata (porto) Durata: 5 ore circa Livello di difficoltà: facile Costo: 25,00 euro (pranzo presso Agriturismo Valle di Portovecchio) Zona Capraia Livello di difficoltà Facile Abbigliamento consigliato Abbigliamento comodo Durata ore 05:00 Ritrovo ore 11:30 CEA, LA SALATA Prezzo € 25,00 Per partecipare è obbligatoria la prenotazione https://www.tuscanywalkingfestival.it/RegisterToEvent.aspx?eventId=1696

Dalla smielatura alla natura, un percorso a ritroso per scoprire il mondo delle api

Dalla smielatura alla natura, un percorso a ritroso per scoprire il mondo delle api L’isola di Capraia vanta una lunga tradizione di produzione di miele, favorita dalle condizioni ambientali e dalla presenza di numerose specie floristiche mellifere. Una visita alla sala smielatura dell’Azienda Agricola San Rocco e all’apiario situato in località San Rocco ci farà conoscere le fasi di produzione, gli strumenti e le attrezzature apistiche, la vita nel ‘super-organismo’ arnia. Una splendida e facile escursione lungo il Sentiero del Reganico con partenza dall’apiario ci farà quindi scoprire le specie pollinifere e nettarifere appetite dalle api e la biodiversità dell’isola che gli insetti aiutano a conservare. Ritrovo: Piazza Milano (paese) Durata: 2,5 ore circa Livello di difficoltà: facile Costo: 7,00 euro a persona Zona Capraia Livello di difficoltà Facile Abbigliamento consigliato Abbigliamento comodo Durata ore 02:30 Ritrovo ore 14:30 CEA, LA SALATA Prezzo € 7,00 Per partecipare è obbligatoria la prenotazione https://www.tuscanywalkingfestival.it/RegisterToEvent.aspx?eventId=1697

Che pianta è? Escursione con sosta nel laboratorio Arura per scoprire la tradizione etnobotanica capraiese e testare nuove ricette

Che pianta è? Escursione con sosta nel laboratorio Arura per scoprire la tradizione etnobotanica capraiese e testare nuove ricette Mirto, lentisco, elicriso, rosmarino…sono solo alcune delle specie botaniche più caratteristiche dell’isola di Capraia, dove la tradizione di usi popolari medicinali, veterinari e alimentari legati alle specie vegetali, naturalmente favorita dall’isolamento del territorio, era specialmente custodita dalle donne dell’isola. Un suggestivo e facile percorso escursionistico ci farà conoscere la varietà floristica dell’isola di Capraia e i frutti e piante spontanee che sono ancora oggi sapientemente raccolti e elaborati: la visita alla Arura Azienda Agricola ci farà apprezzare come le essenze preziose della macchia donano la loro mediterraneità ai sapori della tavola. Ritrovo: Piazza Milano (paese) Durata: 2 ore circa Livello di difficoltà: facile Costo: 5,00 euro a persona Zona Capraia Livello di difficoltà Facile Abbigliamento consigliato Abbigliamento comodo Durata ore 02:30 Ritrovo ore 14:45 CEA, LA SALATA Prezzo € 5,00 Per partecipare è obbligatoria la prenotazione https://www.tuscanywalkingfestival.it/RegisterToEvent.aspx?eventId=1698

Il Sentiero del Reganico: tra la macchia e il mare un percorso botanico capraiese

Il Sentiero del Reganico: tra la macchia e il mare un percorso botanico capraiese Evento del Walking Festival Parco Nazionale Arcipelago Toscano L’isola di Capraia è l’unica isola vulcanica dell’Arcipelago Toscano. Le sue rocce magmatiche sono oggi colonizzate da una notevole varietà di specie botaniche, dalle endemiche a quelle più caratteristiche: gli ‘zurletti’, le‘sammule’, il ‘sundaru’, la ‘mortula’… Un incantevole percorso ad anello, lungo il cosiddetto Sentiero del Reganico, ci permetterà di scoprire la ricchezza botanica e il ‘vocabolario’locale con cui i capraiesi riconoscevano le diverse specie e gli ambienti naturali della loro magnifica isola. Una deviazione alla incantevole Cala dello Zurletto ci permetterà di concludere l’escursione con un tuffo di fine stagione nelle cristalline acque capraiesi. Ritrovo: ore 14:30 Piazza Milano - Durata: 2 ore - Difficoltà: facile Zona Capraia Livello di difficoltà Medio-facile Abbigliamento consigliato Abbigliamento comodo Durata ore 02:30 Ritrovo ore 14:30 Prezzo Gratuito Per partecipare è obbligatoria la prenotazione: https://www.tuscanywalkingfestival.it/it-IT/eventi/camminare-naturalistico/arcipelago-toscano/sentiero-reganico-macchia-mare-percorso-botanico-capraiese_1691.html

Capraia, l’isola dei palmenti nel Mediterraneo. Itinerario storico-archeologico + visita alla mostra archeologica

Capraia, l’isola dei palmenti nel Mediterraneo. Itinerario storico-archeologico + visita alla mostra archeologica Evento del Walking Festival Parco Nazionale Arcipelago ToscanoLa regione mediterranea è tradizionalmente nota per la produzione vitivinicola. La breve mulattiera 'romana' che collega il porto al paese in località 'San Leonardo' e una bella passeggiata attraverso le caratteristiche vie del borgo, ci permetteranno di osservare le antiche testimonianze che rivelano la vocazione alla produzione vitivinicola dell'isola e la storia della comunità. Una visita guidata alla mostra archeologica 'Il ritorno del guerriero e altre storie di archeologia capraiese', che costituisce il primo allestimento espositivo dei reperti ritrovati sull'isola e nel mare attorno ad essa, ci permetterà di scoprire il sorprendete e ancora misterioso ruolo di Capraia nel contesto del Mediterraneo attraverso i secoli, dalle prime colonizzazioni all'epoca rinascimentale. Ritrovo: ore 11:30 CEA ‘La Salata’ - Durata: 2 ore - Difficoltà: facile Zona Capraia Abbigliamento consigliato Abbigliamento comodo Durata ore 02:00 Ritrovo ore 11:30 Prezzo Visita guidata gratuita (ingresso alla mostra a pagamento) Per partecipare è obbligatoria la prenotazione: https://www.tuscanywalkingfestival.it/it-IT/eventi/camminare-escursionistico/arcipelago-toscano/capraia-isola-dei-palmenti-mediterraneo-itinerario-storico-archeologico-visita-mostra-archeologica_1692.html