• Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Le Cote

    Costa Occidentale. Le Cote sono vicine al Trattoio e si possono raggiungere anche a piedi con un sentiero che prima raggiunge l’omonimo faro. Una volta ormeggiata la barca nella cala è possibile scendere a terra ed esplorare i dintorni. Pozze d’acqua salata popolate da pesci e gamberi, le rocce dai colori sgargianti, i massi lavici grigi e lavorati dalle intemperie e la grande spaccatura di una grotta marina. Poco sopra la costa ci sono tracce di un bivacco notturno di Mufloni e di una colonia primaverile di Gabbbiani Reali Mediterranei. Si nuota su un giardino di Posidonia Oceanica, pesci ed acqua tiepida. Se il mare è calmo la Corsica sembra…

  • Cale di Capraia,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Cala della Seccatoia

    Cosa nord occidentale, raggiungibile solo in barca, ha dei fondali molto vari. In inverno ed in primavera dalla costa scoscesa della Cala della Seccatoia si forma una piccola cascata che precipita direttamente in mare. A poche decine di metri verso nord si incontra la grotta della Seccatoia.

  • Capraia,  Flora,  Giro dell'Isola in barca

    La Palma Nana

    Il Dattero. Costa Nord Occidentale. Una parete rocciosa sempre alta e a precipizio, dove a mezzacosta, a livello di una liscia lastra verticale di lava, si possono osservare alcuni cespugli di Palma nana, i più settentrionali esemplari viventi al mondo! Oltre questo punto, nessuna altra palma selvatica vive più a nord. Fonte: Lambertini, Capraia Terra Mare, 2000

  • Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Storia,  Trekking

    La Torre dello Zenobito

    La Torre dello Zenobito è stata costruita nel 1545 con pietre vulcaniche estratte da una vicina cava. Si raggiunge con un sentiero che attraversa tutta l’isola passando per il monte Arpagna. Dal 2010 è raggiungibile dal nuovo sentiero costiero, “Il sentiero perduto dello Zenobito“. La torre ha tre piani, con un soppalco interno. Nella sala principale domina un caminetto. Le pietre sono rosse come la Cala Rossa. La porta di ingresso è a metà altezza della torre per una migliore difesa da eventuali assalitori. La costruzione della Torre dello Zenobito Di Roberto Moresco Estratto da “Atti della Società Ligure di Storia Patria, Vol. XLVII-Fasc.I, Genova 2007″Nel 1544 viene decisa dalle…

  • Accessi al mare,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca

    La Carbicina

    La Carbicina è una cala della costa est dell’isola. La cala ha una scogliera con pietre vulcaniche piatte, fondali sia di sabbia che di poseidonia e il vado con la spiaggia di sassi. Si può raggiungere a piedi con un sentiero costiero, con il giro dell’isola in barca ed è possibile essere accompagnati con la barca taxi per trascorrervi una intera giornata di mare.

  • Accessi al mare,  Cosa Fare,  Mare

    La Torretta del Bagno

    Sotto il Castello si trova la Torretta del Bagno. La Torretta si raggiunge con un sentiero che parte dalla zona dell’Elibase. Consigliata la mattina presto fino al primo pomeriggio perchè dopo è in ombra. Si può stare sugli scogli piatti, si scende abbastanza bene in mare e l’acqua è subito profonda. Sconsigliata se c’è vento di Scirocco. L’ultima opera fortificata della Repubblica di Genova a Capraia: la “sortita”a protezione del forte San Giorgio Forse qualcuno fra i tanti visitatori che ogni anno scendono alla torre del Bagno per tuffarsi nel limpido mare di Capraia avrà sostato perplesso di fronte a quei muretti sbrecciati che tuttora affiorano dalla vegetazione lungo il…

  • Accessi al mare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    La punta della Teglia

    La punta della Teglia o Teja, è l’estremità settentrionale dell’Isola. La costa è dolce, e un’ampia scalinata di rocce accoglie una colonia di gabbiani reali osservabili dal mare. In maggio le rocce ospitano i bei fiori di molti gigli di mare illirici. In alto, sulla destra, posizionata al limite della falesia laterale, si erge la Torre delle Barbici o della Teglia di origini genovesi, rispetto alle altre Torri cinquecentesche del Porto e dello Zenobito è posteriore (1699) ed ha forma quadrata invece che rotonda. Al largo appaiono gli scogli delle formiche , dove spesso stanno posati i Marangoni dal ciuffo. Fonte: Lambertini, Capraia Terra Mare, 2000 Si può raggiungere con…

  • Accessi al mare,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare,  Trekking

    Il sentiero per la Cala di Porto Vecchio

    La Cala di Porto Vecchio di raggiunge con un sentiero che parte dall’omonima diramazione del vecchio carcere. Si parte dalla chiesetta dell’Assunta al Porto e si prosegue per la strada che si inerpica nei territori dell’Ex Carcere. Dopo circa 40 minuti si arriva all’Agriturismo Valle di Porto Vecchio e dopo poco si incontra il cartello che segnala l’inizio del sentiero per la Teglia. Ancora 100 metri di sentiero e si gira verso destra direzione Cala di Porto Vecchio. Il sentiero corre in parte lungo una vecchia tubatura di un pozzo che si trova poco sopra il mare tra moltissime piante di Mirto. La spiaggia è sassosa ed il fondale dopo…

  • Accessi al mare,  Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala San Francesco

    A pochi minuti dal Paese, dopo il convento e la Chiesa di S.Antonio un breve sentiero porta sui ciottoli e gli scogli della cala. Proseguendo verso il Faro potrete raggiungere una bella scogliera ideale per sdraiarsi al sole e con maschera e boccaglio pinneggiare lungo la costa fino alla Punta del Fanale o arrivare fino sotto il Castello.

  • Accessi al mare,  Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare,  Trekking

    Cala dello Zurletto

    Raggiungibile a piedi dal paese in circa 20 minuti dalla zona dell’Elibase. Dominata da un tipico scoglio a torre è una ottima cala per fare un bagno. Zurletto in capraiese è il nome dell’Asfodelo che infatti è molto diffuso in quest’area. Ideale con i venti dai quadranti occidentali. Acqua cristallina, rocce vulcaniche, piena di pesci.

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Reciso

    La Cala del Reciso si trova sulla costa occidentale, sull’origine del nome ci sono ipotesi diverse. Nella cala ci trovano due archi naturali, il primo più grande una volta era “reciso” ovvero diviso in due da una roccia che poi è crollata (vedere le tre foto in fondo). Altra ipotesi sull’origine del nome è una fessura nella parte sinistra della cala, un vero e proprio tunnel che conduce nella vicina cala “Seno della Peruccia” che si intravede solo passandoci proprio davanti. https://youtu.be/0Oaa_mU9Q5g Il primo Arco Naturale è sormontato da un nido artificiale costruito dal Parco Nazionale per il Falco Pescatore che da alcuni anni trova rifugio a Capraia ma che…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Vetriolo

    La Cala del Vetriolo si trova sulla costa occidentale di fronte alla Corsica. La Cale ha spettacolari colate laviche ed erosioni marine ed al centro (di fianco alla “pelle dell’elefante”) una grotta con due ingressi. Sul  lato destro le pareti di roccia sono perforate da grandi anfratti o “tafoni” ed sono ricoperte di licheni arancioni, dopo la pioggia si forma anche una cascata di acqua.  In alto la selvaggia pendice del Monte Rosso (224 m.), dove riappaiono rocce vulcaniche rosse e una gariga ad elicriso come a Cala Rossa.  Di recente sulle sue pendici sono state scoperti due gruppi di palme nane. Fin ad oggi dal mare era visibile solo il gruppo…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola in barca con il Rais Dragut II

    Noleggia il Rais Dragut II, è il miglior modo di vivere il mare dell’Isola di Capraia! La barca ideale per le vostre escursioni giornaliere all’insegna del confort e della sicurezza.  Il Rais Dragut II Il Rais Dragut II è una Minor Offshore 25 (ora Sargo boats). La barca è costruita in Finlandia, comoda e sicura offre 9 posti per i passeggeri in tutte le stagioni. Noleggio per Giro dell’Isola Standard  Un classico per tutte le stagioni in particolare in primavera per ammirare la flora e la fauna dell’Isola. Con soste per il bagno, visita alle grotte e alla zona della ex riserva integrale del Parco Nazionale  Durata: circa 3 ore Noleggio…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Moreto

    Superata la punta sud dell’Isola, subito dopo la Cala Rossa, troviamo la grande Cala del Moreto. Si tratta di una grande cala rivolta a sud ovest con fondali per lo più sabbiosi e coste molto varie. Si tratta di una sosta molto popolare per le barche a vela che vi sostano anche la notte. La Cala del Moreto ha due spiagge di sassi. La prima proprio al centro nella quale si trova un canalone da cui si accede alla piana dello Zenobito. La seconda ha il nome di Calanca del Sordo (o Pidocchio) e ci si arriva solo in barca. Si trova sulla destra della cala del Moreto ed appare…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola con Giovanni

    A bordo della motobarca MARGO’ potrete osservare la costa dell’isola: a picco, frastagliata ed erosa dalle forti mareggiate, ricca di grotte e anfratti la costa di ponente, più dolce e accogliente quella di levante. Appassionanti incontri ci riserva questa escursione: il raro ed elegante Gabbiano corso, i voli acrobatici del Falco pellegrino, i simpatici tuffi del Marangone dal ciuffo, i volteggi del Falco pescatore. Sosta obbligata a Cala Rossa per osservare i colori a contrasto dello spaccato grigio/rosso del vulcano dello Zenobito, con l’omonima Torre a guardia della punta sud dell’Isola. Visita alla zona della ex Riserva Integrale del Parco Nazionale e sosta nelle grotte dell’isola. Durante il periodo estivo…

  • Cosa Fare,  Diving,  Mare

    Immergersi a Capraia… Una esperienza indimenticabile!

    L’Isola di Capraia è la terza isola per grandezza dell’Arcipelago Toscano ed unica di origine vulcanica dell’Arcipelago Toscano, risultato di una doppia eruzione: una antichissima, risalente a circa nove milioni di anni fa ed una più recente, datata cinque milioni d’anni or sono. L’Isola è al centro del “santuario dei cetacei”, fulcro e perla del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, immersa nell’area marina protetta più grande d’Europa. L’Ente Parco regolamenta in modo preciso tutte le attività, sia terrestri che marine, e questo ha permesso una prodigiosa rivitalizzazione dell’intero ecosistema. Dai fondali di Capraia puoi aspettarti acque limpide come non mai, scenari emozionanti e tanto pesce che difficilmente è possibile incontrare altrove…

  • Bagni,  Cosa Fare,  Mare

    Il bagno nel Blu allo Scoglione

    Lungo la costa est di fronte alla Cala dei Porcili si incontra uno scoglio isolato chiamato lo Scoglione. Il luogo ideale per fare un bagno su un fondale alto da 10 a 40 metri circondati dai pesci. Il bagno nel Blu. Ci si arriva solo in barca e si può gettare l’ancora su un fondale di sabbia a pochi metri dallo scoglio. Si può nuotare tutto intorno ed appena immersi con la maschera sarà possibile vedere centinaia di piccoli pesci scuri chiamati Castagnole oltre a decine di specie diverse proprio vicino allo scoglio. Il fondale al largo dello Scoglione è molto profondo e precipita nel Blu intenso. E’ una sosta…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Ceppo

    La cala del Ceppo si incontra sulla costa orientale appena superata la punta della Civitata. La cala ha un fondale quasi tutto di sabbia e l’acqua è di un azzurro chiaro perfetta per fare snokeling. La Cala si giunge in barca ma anche a piedi con un sentiero che parte dal Paese e che transitando per la zona della Piana porta al mare parallelamente al vado omonimo. Dalla Cala è facile osservare in volo i rapaci sulla costa alta ed il fondale è pieno di pesci (Occhiate) che circondano la barca in attesa di un pezzo di pane secco. Vedi anche: https://www.visitcapraia.it/itinerario-dal-paese-alla-cala-del-ceppo/

  • Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola “8su8” con Maurizio

    Di Elisa Casagrande Montesi Millenovecentoquarantotto. Ultimo di dodici fratelli, tutti con il nome che inizia  con la emme. Maurizio, una vita trascorsa in Capraia, e innumerevoli storie. Tanti sono i lavori che ha fatto, ma credo che quello che lo rappresenti meglio sia proprio questo. “8su8”, come lo chiama lui, ovvero, il giro dell’isola.  È un oratore Maurizio, ti incanta con i suoi anedottoti. Siamo nella sua cantina e lui è intento a cucinare granseole appena pescate. Con le orecchie ascolto, ma i miei occhi vagano meravigliati tra tutti i cimeli che costudisce come nel museo di una Capraia ormai dimenticata, ma che torna viva tra le sue parole. Come…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala Rossa

    La Cala Rossa è ciò che resta di una bocca vulcanica vecchia di oltre 4 milioni di anni. Si trova sulla punta Zenobito ed è una delle più spettacolari cale del Mediterraneo. Ha acque cristalline e chiarissime su cui si rispecchia ciò che resta della bocca del vulcano ed è dominata Torre dello Zenobito di origine Genovese (1545). Cala Rossa è una tappa obbligata del giro dell’Isola in barca

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala della Mortola

    Costa Nord Orientale. La Cala della Mortola, il cui nome significa “luogo di mirti “, ha un fondale tutto di sabbia, meravigliosi riflessi verdi ed azzurri. Ha una spiaggia di ciottoli o di sabbia se il mare decide di concederla, il vento di Grecale la porta via ed il Libeccio la riporta. Si può raggiungere solo in barca ed è una tappa obbligata del giro dell’Isola. Intorno alla Cala fiorisce il Giglio stella (Pancratium illyricum) o Giglio di mare illirico che è un endemismo sardo-corso ed è diffuso solo in poche isole toscane in Corsica e in Sardegna. A Capraia si può ammirare già alla fine di Aprile sulla costa nei pressi dell’arco del Reciso e dalla Cala della…

  • Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala Rossa in inverno (31 dicembre 2019)

    La Cala Rossa è una piccola bocca vulcanica vecchia di 4 milioni di anni sulla punta sud dell’isola di Capraia. Si tratta di una delle più spettacolari cale del Mediterraneo, acque cristalline e chiarissime su cui si specchiano le rocce chiare del promontorio dello Zenobito, con l’omonima Torre di origine Genovese (1545), e il rosso del cratere del vulcano. E’ la meta obbligata di ogni giro dell’Isola in barca in tutte le stagioni. In inverno i colori sono più vividi, la terra all’orizzonte è la Corsica che dista solo 15 miglia nautiche. La barca nei video è il Rais Dragut II con il quale è possibile raggiungere Cala Rossa in…