• Mare,  Vela

    Capraia Sail Rally

    Ojalà II vince il Trofeo Challenge del1° Capraia Sail Rally per vele d’epoca Ojalà II del 1973 si è aggiudicata il Trofeo Challenge messo in palio dal Nobile Ordine Marittimo Cavalieri di Capraia in occasione della prima edizione del Capraia Sail Rally, manifestazione organizzata dall’11 al 13 giugno 2021 dall’Associazione Vele Storiche Viareggio. A lei la vittoria anche nel raggruppamento VSV-4, quella nella classifica AIVE Yacht Classici e per il migliore Diario di Bordo. Le venti imbarcazioni d’epoca, classiche e storiche partecipanti hanno dato vita a una veleggiata competitiva con “multipartenza” nella giornata di venerdì 11 giugno e a una regata costiera il giorno successivo. Tra le altre vincitrici di…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare

    Il Carabottino

    Di Elisa Casagrande Montesi Il carabottino, nel linguaggio nautico, indica la griglia di legno che permette all’acqua di scolare al di sotto. Viene messo in bagno o nel fondo del pozzetto per tenere il più possibile i piedi all’asciutto. A Capraia, invece, se si nomina il carabottino si pensa subito all’ittiturismo sotto il castello, e a Siria e Antonio. Cacciatore in inverno e pescatore in estate sempre accompagnato dalla fedele “setterina” Lupe, Antonio riesce a mettere in pratica quello che per molto tempo è stato il suo desiderio: aprire la sua casa agli ospiti per far loro assaggiare il pescato del giorno. La sua famiglia lo appoggia ed è così…

  • Trekking

    La via diretta allo Stagnone

    Si tratta di un nuovo sentiero per raggiungere lo Stagnone. Il Parco Nazionale ha recuperato un vecchio sentiero con il quale si può raggiungere lo Stagnone, è uno dei numerosi sentieri che percorrevano l’isola nei secoli passati. Il sentiero si imbocca a circa la metà del tratto del sentiero che collega il vado del Porto (dove è il campeggio) e la strada verso la Piana. Per fare un “anello” per lo Stagnone si consiglia di percorrere la mulattiera per il Semaforo all’andata e questo nuovo sentiero al ritorno. (8 giugno 2021)

  • Trekking

    La Carta dei sentieri dell’Isola di Capraia aggiornata e gratuita

    Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano offre a tutti una Carta dei sentieri da usare su tutti i telefonini off-line. Cosa significa? Una volta installata non avrete bisogno di una connessione internet per utilizzarla e con il GPS vi indicherà anche la vostra posizione. (scarica la locandina da stampare) Scaricate la APP Avenza Maps, la trovate sugli store digitali ed è gratuita 2. una volta scaricata dal menu principale andate alla voce “Negozio” e cercate la Carta CAPRAIA 3. La carta è gratuita e la potete scaricare tranquillamente 5. una volta scaricata la troverete sul menu principale e potrete usarla! La carta è molto dettagliata, funziona OFF-LINE e presenta la numerazione…

  • Cosa Fare,  Smart Working

    Smart Working a Capraia: istruzioni per l’uso

    A cura della “Associazione Smart Workers di Capraia” A seguito dei periodi di lock-down dovuti alla epidemia di Covid, ho avuto modo di trascorrere diversi mesi sull’isola in Smart Working. Di seguito alcune cose che potrebbero esservi utile sapere nel caso stesse meditando di fare la stessa esperienza. Dico subito che questa dimensione della vita fino ad ora inesplorata, si e’ rivelata entusiasmante, avendo potuto mettere insieme una attività lavorativa di grande qualità, insieme ad una vita personale di altrettanta qualità. Mi sentirei di dire che questo modo di lavorare potrà diventare un modello per molti, quantomeno per alcuni periodi dell’anno. Inoltre lo Smartworking rappresenta per l’economia dell’isola, una occasione…

  • Archeologia,  Capraia,  Trekking

    Il mistero della Grotta di Farmo

    Di Fabio Guidi La grotta è indicata in tutte le vecchie carte di Capraia ma oggi nessuno si ricorda dove sia. Il 14 aprile 2021 il presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano Giampiero Sammuri e due suoi collaboratori sono partiti alla sua ricerca. Ecco il racconto di Sammuri sulla ricerca: Oltre a me c’era Tullio Bernabei consulente del parco per la sicurezza sui sentieri ed il suo collaboratore Antonio Russo.Dalla Mutattiera abbiamo raggiunto le pendici del monte dell’Albero, cercando di investigare sopratutto la parete di roccia più consistente, ne abbiamo fatta gran parte non trovando una grotta ma solo alcuni speroni che che potevano costituire un qualche riparo.Abbiamo trovato delle…

  • Capraia,  Trekking

    Il sentiero dal Porto a S.Leonardo

    Se non volete fare il percorso a piedi dal Porto al Paese lungo la strada provinciale potete passare anche da un piccolo sentiero che collega il Porto a S.Leonardo e da qui in paese. Per raggiungere questo percorso si costeggia il Campeggio subito dopo la Chiesa dell’Assunta al Porto. Si passa da un ponte sul vado del Porto che domina un oleandreto selvatico (uno dei più a nord d’Italia). Da cui inizia la salita e si prosegue diritti lungo la mulattiera, nei pressi di un edificio dell’acquedotto si trova un deviazione sulla destra che porta alla Piana. Al termine della salita si incontra il S.Leonardo che in origine era una…

  • Capraia,  Trekking

    La nuova segnaletica sui sentieri di Capraia

    Di Tullio Bernabei (25 marzo 2021) Su iniziativa del Parco Nazionale Arcipelago Toscano è iniziato il lavoro di integrazione e miglioramento della segnaletica sui sentieri di Capraia, coordinato dall’esperto Tullio Bernabei.Durante una intensa settimana sono stati percorsi la maggior parte dei sentieri dell’isola posizionando una ventina di pali in plastica riciclata, 60 tra cartelli indicatori e tabelle di località, oltre a un centinaio di segnavia sullo standard del CAI (strisce bianche e rosse). In tutto sono stati trasportati a spalla oltre 400 kg tra materiali e attrezzature, tra le quali una trivella e un trapano a motore.Ovviamente si è cercato di ridurre al minimo l’impatto estetico, garantendo contemporaneamente l’obiettivo prefissato:…

  • Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Le Cote

    Costa Occidentale. Le Cote sono vicine al Trattoio e si possono raggiungere anche a piedi con un sentiero che prima raggiunge l’omonimo faro. Una volta ormeggiata la barca nella cala è possibile scendere a terra ed esplorare i dintorni. Pozze d’acqua salata popolate da pesci e gamberi, le rocce dai colori sgargianti, i massi lavici grigi e lavorati dalle intemperie e la grande spaccatura di una grotta marina. Poco sopra la costa ci sono tracce di un bivacco notturno di Mufloni e di una colonia primaverile di Gabbbiani Reali Mediterranei. Si nuota su un giardino di Posidonia Oceanica, pesci ed acqua tiepida. Se il mare è calmo la Corsica sembra…

  • Agricoltura,  Arte,  Capraia,  Trekking

    Wonderwall

    Il progetto WONDERWALL attracca a Capraia e vedrà la realizzazione di un innovativo TOUR A TAPPE dal sapore antico che racconterà Capraia come non si era mai vista, attraverso aneddoti e i suoi abitanti.Ogni contenuto che condivideremo con voi vi racconterà qualcosa in più !Il progetto è il risultato di un bando vinto presentato nel 2019 da Uovo alla Pop “RIGENERAZIONE URBANA A BASE CULTURALE” della Regione Toscana che segnerà due itinerari unici 1)CAPRAIA E 2)NIBBIAIA.I QR code del percorso ‘Wonderwall’ saranno postiin punti focali tra il porto il paese e il castello e coinvolgeranno le realtà che hanno raccontato le storie, le importanti memorie e fornito i materiali per…

  • Cale di Capraia,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Cala della Seccatoia

    Cosa nord occidentale, raggiungibile solo in barca, ha dei fondali molto vari. In inverno ed in primavera dalla costa scoscesa della Cala della Seccatoia si forma una piccola cascata che precipita direttamente in mare. A poche decine di metri verso nord si incontra la grotta della Seccatoia.

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare,  Soggiornare

    L’agriturismo Valle di Portovecchio

    Di Elisa Casagrande Montesi L’agriturismo Valle di Portovecchio ha una lunga storia, a tratti melodrammatica ma a lieto fine. Erano gli anni novanta quando Massimo e Rossana si conoscono, proprio qui sull’isola che qualcuno definisce “dell’amore”. Insieme intraprendono un lungo percorso per realizzare la loro idea: aprire un agriturismo. La struttura è situata nella zona della vecchia colonia penale, precisamente a Portovecchio e precisamente nella località “il pollaio”. Infatti il carcere, o per meglio dire “casa di lavoro all’aperto”, era suddiviso in diverse costruzioni ognuna con una destinazione ben precisa. Dopo la chiusura del carcere, avvenuta a fine anni ottanta, e prima dell’arrivo di Massimo e Rossana, la struttura era…

  • Capraia,  Flora,  Giro dell'Isola in barca

    La Palma Nana

    Il Dattero. Costa Nord Occidentale. Una parete rocciosa sempre alta e a precipizio, dove a mezzacosta, a livello di una liscia lastra verticale di lava, si possono osservare alcuni cespugli di Palma nana, i più settentrionali esemplari viventi al mondo! Oltre questo punto, nessuna altra palma selvatica vive più a nord. Fonte: Lambertini, Capraia Terra Mare, 2000

  • Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Storia,  Trekking

    La Torre dello Zenobito

    La Torre dello Zenobito è stata costruita nel 1545 con pietre vulcaniche estratte da una vicina cava. Si raggiunge con un sentiero che attraversa tutta l’isola passando per il monte Arpagna. Dal 2010 è raggiungibile dal nuovo sentiero costiero, “Il sentiero perduto dello Zenobito“. La torre ha tre piani, con un soppalco interno. Nella sala principale domina un caminetto. Le pietre sono rosse come la Cala Rossa. La porta di ingresso è a metà altezza della torre per una migliore difesa da eventuali assalitori. La costruzione della Torre dello Zenobito Di Roberto Moresco Estratto da “Atti della Società Ligure di Storia Patria, Vol. XLVII-Fasc.I, Genova 2007″Nel 1544 viene decisa dalle…

  • Accessi al mare,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca

    La Carbicina

    La Carbicina è una cala della costa est dell’isola. La cala ha una scogliera con pietre vulcaniche piatte, fondali sia di sabbia che di poseidonia e il vado con la spiaggia di sassi. Si può raggiungere a piedi con un sentiero costiero, con il giro dell’isola in barca ed è possibile essere accompagnati con la barca taxi per trascorrervi una intera giornata di mare.

  • Accessi al mare,  Cosa Fare,  Mare

    La Torretta del Bagno

    Sotto il Castello si trova la Torretta del Bagno. La Torretta si raggiunge con un sentiero che parte dalla zona dell’Elibase. Consigliata la mattina presto fino al primo pomeriggio perchè dopo è in ombra. Si può stare sugli scogli piatti, si scende abbastanza bene in mare e l’acqua è subito profonda. Sconsigliata se c’è vento di Scirocco. L’ultima opera fortificata della Repubblica di Genova a Capraia: la “sortita”a protezione del forte San Giorgio Forse qualcuno fra i tanti visitatori che ogni anno scendono alla torre del Bagno per tuffarsi nel limpido mare di Capraia avrà sostato perplesso di fronte a quei muretti sbrecciati che tuttora affiorano dalla vegetazione lungo il…

  • Archeologia,  Trekking

    I Palmenti del Castello

    La porzione nord della spianata rocciosa prospicente il castello è interamente occupata da una serie di coppie di vasche scavate interamente nella roccia ed allineate in sequenza. Queste strutture vengono denominate Palmenti e venivano utilizzate per la pigiatura dell’uva e la produzione del vino. I grappoli erano probabilmente ammassati e pigiati nella vasca superiore (1) in modo che il succo colasse, attraverso un canaletto (2) ed un versatoio (3), nella vasca inferiore (4). Questa, di dimensioni più piccole, aveva il fondo inclinato verso uno degli angoli da dove il mosto veniva raccolto per mezzo di recipienti. Intorno alla vasca superiore ci sono degli incavi scavati nella roccia (5) che probabilmente…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare,  Soggiornare

    Da Beppone

    Di Elisa Casagrande Montesi Beppone, pescatore Capraiese, decide di aprire negli anni sessanta la sua attività. Me la immagino un po’ come il dopo lavoro ferroviario, ma del mare. La nipote di Beppone è Caterina che ai tempi della colonia penale conosce Lello, un agente di polizia penitenziaria che diventerà suo marito, e insieme dedicheranno la loro vita al locale. Caterina e Lello sono i genitori di Cristina, l’attuale proprietaria che conferma la terza generazione di questo ristorante ormai storico. Alcuni anni dopo decidono di allargarsi diventando un albergo con cinque camere, di cui quattro doppie o ad uso singolo e una tripla. Gli ospiti possono pernottare e fare la…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare

    Bar Il Porto

    Di Elisa Casagrande Montesi Otto anni sono passati dall’arrivo di Pietro sull’isola. Nonostante le sue forti radici napoletane, Capraia ormai è casa sua. È giovane Pietro ma le idee sono chiare. Il suo desiderio era aprire un bar qui sull’isola e dopo quattro estati passate a lavorare presso le altre strutture di Capraia, il suo sogno si avverra. La famiglia lo appoggia e lo aiuta affinché il suo obiettivo possa realizzarsi, in particolare Elena, che lavora fianco a fianco con lui dal primo giorno. Un’altra mano importante è data da Anna, loro cognata. Colazioni, pranzi veloci e aperitivi, ma anche feste su richiesta. Come valore aggiunto c’è l’accoglienza partenopea. I…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare

    La Rive Up

    Di Elisa Casagrande Montesi La Rive Up è un locale dislocato lo scorso anno, duemiladiciannove, sotto il forte San Giorgio in paese. Infatti prima La Rive era al porto, unico locale serale. Ma Claudia, una giovane isolana nonché l’ultima nata proprio in Capraia, ha voluto iniziare una nuova avventura trasformandosi in un pub-ristorante. Arturo, il suo babbo, si è sempre destreggiato tra i fornelli e accompagna la figlia in questa ultima sfida. Non c’è un menù fisso, pochi primi e pochi secondi, ciò che il mare offre quotidianamente, viene cucinato. Birre, vini e liquori isolani non mancano. Qui non si viene solo per cenare, ma anche per un aperitivo oppure…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare

    La Chiarantjna

    Un Veneto in Capraia Di Elisa Casagrande Montesi Davide si può dire che sia ormai isolano, arrivato tanti anni fa, anche lui è stato ammaliato dall’isola. Appassionato ed esperto di birre artigianali e vini decide, nel duemiladiciotto, di prendere in gestione La Chiarantjna, un piccolo bar in paese. Dalla piazza non si può non notare i tavoli che colorano la strada per arrivare al castello, tutti dipinti dall’artista Rossella Faleni. Colazioni con pane, burro e marmellata oppure croissant alla crema o cioccolato ma una nota di merito va al cappuccino. Davide vi fornirà informazioni preziose sui sentieri da seguire se volete fare trekking o in che cala andare se volete…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare

    Da Franca – Ritratto di famiglia

    Di Elisa Casagrande Montesi Erano gli anni sessanta quando Luciano Cerri apre il panificio. Da allora tante cose sono cambiate. Il fornaio è diventato Stefano, suo figlio, aiutato da Francesco e Andrea, figli del figlio. Pane, pizza, schiacciata e torte vengono sfornati da almeno cinquant’anni. Quando purtroppo Luciano è venuto a mancare, Franca, moglie di Stefano, lascia il suo lavoro presso il Comune di Capraia e decide insieme al marito di ampliare l’attività, trasformando il panificio in una bottega di paese, piccola ma ben fornita. Generazioni di bambini sono cresciuti con “la schiaccia del Cerri” e ancora oggi entrano felici e si dirigono verso il banco del pane, dove Franca…

  • Accessi al mare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    La punta della Teglia

    La punta della Teglia o Teja, è l’estremità settentrionale dell’Isola. La costa è dolce, e un’ampia scalinata di rocce accoglie una colonia di gabbiani reali osservabili dal mare. In maggio le rocce ospitano i bei fiori di molti gigli di mare illirici. In alto, sulla destra, posizionata al limite della falesia laterale, si erge la Torre delle Barbici o della Teglia di origini genovesi, rispetto alle altre Torri cinquecentesche del Porto e dello Zenobito è posteriore (1699) ed ha forma quadrata invece che rotonda. Al largo appaiono gli scogli delle formiche , dove spesso stanno posati i Marangoni dal ciuffo. Fonte: Lambertini, Capraia Terra Mare, 2000 Si può raggiungere con…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare

    Chérie

    Di Elisa Casagrande Montesi Chérie è un giovane locale aperto da Giada nel duemilaquindici. Genitori isolani, anche lei trascorre tutta la sua infanzia e parte dell’adolescenza in Capraia. Finisce gli studi a Livorno e continua la sua esperienza nei grandi hotel sul litorale livornese. Nel 2014 nasce Giorgio, figlio di Giada e Matteo, ed è con questa nuova vita che inizia a prendere forma quello che è sempre stato il desiderio di Giada: aprire un ristorante nella sua isola. Non solo. Vuole che suo figlio cresca nella stessa realtà in cui lei, anni prima, era cresciuta. Ecco che questi due sogni si uniscono in un locale che ricorda la casetta…

  • Cosa Fare,  Trekking

    L’Anello lo Stagnone – Monte Le Penne

    Di Mariella Ugolini L’Anello lo Stagnone – Monte Le Penne: Paese – Piano – Lo Stagnone – Monte Le Penne – Ex Colonia Penale – Porto – Paese L’anello dello Stagnone – Monte Le Penne è l’itinerario immancabile per chi soggiorna a Capraia: un susseguirsi di ambienti e di panorami che permette di conoscere le meraviglie naturalistiche e storiche di quest’isola meravigliosa. ‘Lo Stagnone’ è l’unico lago naturale di tutto l’Arcipelago Toscano, incastonato tra il Monte Forcone e il Monte Rucitello lungo la dorsale insulare, un luogo di assoluta pace e tranquillità dove osservare la natura. Dal Monte Le Penne si può godere di un panorama strepitoso sulle isole toscane,…

  • Cosa Fare,  Trekking

    L’Anello dello Zenobito

    Di Mariella Ugolini L’Anello dello Zenobito: Paese – Piano – Monte Arpagna – Punta dello Zenobito – Sentiero perduto dello Zenobito – Piano – Paese Il percorso ad anello che permette di esplorare la zona centro sud dell’isola di Capraia è fra gli itinerari più affascinanti dell’Arcipelago Toscano e permette di raggiungere la Punta dello Zenobito. L’estremità meridionale dell’isola è uno dei luoghi più belli del Mediterraneo: le alte scogliere di roccia vulcanica dai colori sorprendenti precipitano a picco nel blu del mare, la vegetazione di gariga e macchia colonizza l’ambiente estremo, l’antica torre genovese resiste al vento nella natura selvaggia dell’isola guardando l’orizzonte infinito.  Qui più che altrove potrete…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Itinerario dal Paese alla Cala del Ceppo

    Di Mariella Ugolini La Cala del Ceppo è una bellissima insenatura, tra le più ampie dell’isola di Capraia. Posta lungo la costa orientale, costituiva un tempo un approdo molto utile per la popolazione che in antichità viveva nella località chiamata ‘Il Piano’, distante un paio di chilometri dall’attuale borgo. L’escursione che conduce alla Cala del Ceppo è una immersione nella natura della macchia mediterranea, caratterizzata da panorami incantevoli per raggiungere un punto di balneazione di assoluta tranquillità, dove prendere il sole o immergersi e scoprire con maschera e boccaglio lo splendido fondale di scoglio e sabbia. Caratteristiche del percorso escursionistico: Lunghezza: 4 km circa (dal Paese alla Cala) Dislivello totale…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare

    Fatti un crudino da Pescianel

    Di Elisa Casagrande Montesi Grafica, sommelier, ormeggiatrice. Monika nasce in Germania, trascorre  parte della sua infanzia sull’isola di Capraia lasciandola per completare gli studi. Successivamente si sposta in Versilia dove vive e lavora.  Ricca di esperienze decide di tornare proprio sullo “scoglio” che da bambina le aveva rapito il cuore. La creatività non le manca, ed è così che prende vita, il due giugno duemiladiciasette, “Pescianel”, un localino sulla banchina dei pescatori che vende pesce appena pescato, cozze, vongole e scampi.  Quando il sole cala, Pescianel, tira fuori la sua energia ed i suoi colori, trasformati da Monika in aperitivi.  Ostriche, gamberoni, tartare e pinzimonio di verdure a chilometro zero.  Vino…

  • Cosa Fare,  Vela

    In barca a vela con David

    Di David Casucci 3/ 4gennaio 2019 Chi lo avrebbe detto…partire da Arezzo alle sette di mattina con un bel -4° sul display della macchina per andare a fare una veleggiata con un paio di Amici fino alla Capraia e…stare bene… Scoprire che in inverno un pizzaiolo di Livorno due volte a settimana va a far la pizza per i ragazzi della Capraia, che conta in tutto 60 abitanti in inverno. Scoprire che le mamme della Capraia quando i figli vanno alle superiori “emigrano” dalla loro isola in continente per accompagnare i figli nei loro primi anni di scuola. Scoprire che una vita forse un pò più complicata può essere estremamente…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero del Reganico con Mariella

    Di Mariella Ugolini Oggi ho proprio voglia di andare a fare un salto a Capraia. Stamani ne parlavo giusto con una classe che avrei dovuto accompagnare in questi giorni se… e allora venite con me! Oggi camminiamo lungo il Sentiero del Reganico. Un percorso escursionisticamente ‘facile’, non distante dal paese, ma che costituisce una perfetta introduzione all’isola, un inizio di ‘connessione’ con Capraia e la sua energia potente e dolce insieme. Arbusti di cisto marino, piante di corbezzolo e erica arborea, ma anche ginestra spinosa, lavanda, maro, elicriso, e molte altre…ne fanno un percorso botanico di grande interesse, lungo il quale è possibile osservare anche rarità floristiche e fare incontri…

  • Cosa Fare,  Trekking

    La Piana dello Zenobito

    Di Fabio Guidi Il vulcano è antico, spento da milioni di anni ma a Capraia c’è un luogo dove sembra ancora vivo, la Piana dello Zenobito. Ci si arriva solo a piedi ed è una lunga camminata dal paese. Per raggiungerla si può percorrere il sentiero sulla costa est (il sentiero perduto dello Zenobito) realizzato intorno al 1545. Il sentiero permise alle maestranze la costruzione della omonima Torre che sorge proprio sulla punta sud dell’isola. Oppure passando dal monte Arpagna e dal Semaforo e poi scendere verso sud. La cosa che colpisce appena arrivati alla Piana dello Zenobito è la Torre che svetta alla fine dell’isola e che domina la…

  • Accessi al mare,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare,  Trekking

    Il sentiero per la Cala di Porto Vecchio

    La Cala di Porto Vecchio di raggiunge con un sentiero che parte dall’omonima diramazione del vecchio carcere. Si parte dalla chiesetta dell’Assunta al Porto e si prosegue per la strada che si inerpica nei territori dell’Ex Carcere. Dopo circa 40 minuti si arriva all’Agriturismo Valle di Porto Vecchio e dopo poco si incontra il cartello che segnala l’inizio del sentiero per la Teglia. Ancora 100 metri di sentiero e si gira verso destra direzione Cala di Porto Vecchio. Il sentiero corre in parte lungo una vecchia tubatura di un pozzo che si trova poco sopra il mare tra moltissime piante di Mirto. La spiaggia è sassosa ed il fondale dopo…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero da Porto Vecchio alla Punta della Teglia

    Il sentiero collega Porto Vecchio (nella zona dell’Ex Carcere) alla Punta della Teglia. Il sentiero è stato aperto all’inizio della primavera del 2008. I lavori sono stati eseguiti dagli studenti delle scuole ITG Marinoni di Udine, ITG Scarpa di S. Donà di Piave, Istituto Magistrale Duca degli Abruzzi di Treviso e Liceo Ginnasio A. Canova di Treviso. Le scuole appartengono alla rete “Scuole Outdoor in Rete” di cui fà parte anche la scuola media di Capraia. Il progetto è stato coordinato dal Prof. Pierpaolo Traversari ed è stato inaugurato il 2 giugno 2009. Nelle foto che seguono il tracciato del sentiero in una antica carta di Capraia ed alcune foto…

  • Accessi al mare,  Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala San Francesco

    A pochi minuti dal Paese, dopo il convento e la Chiesa di S.Antonio un breve sentiero porta sui ciottoli e gli scogli della cala. Proseguendo verso il Faro potrete raggiungere una bella scogliera ideale per sdraiarsi al sole e con maschera e boccaglio pinneggiare lungo la costa fino alla Punta del Fanale o arrivare fino sotto il Castello.

  • Accessi al mare,  Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare,  Trekking

    Cala dello Zurletto

    Raggiungibile a piedi dal paese in circa 20 minuti dalla zona dell’Elibase. Dominata da un tipico scoglio a torre è una ottima cala per fare un bagno. Zurletto in capraiese è il nome dell’Asfodelo che infatti è molto diffuso in quest’area. Ideale con i venti dai quadranti occidentali. Acqua cristallina, rocce vulcaniche, piena di pesci.

  • Cosa Fare,  Trekking

    Alfonso: un fine settimana immersi nella natura

    Io e mio fratello avevamo pensato di passare un fine settimana immersi nella natura lontano da tutto con le famiglie e siccome da ragazzi avevamo trascorso alcuni giorni alla Capraia, ci siamo detti ” Perché no”. Abbiamo coinvolto un collega ed iniziato la preparazione all’escursione; dovevamo pensare a tutto, perché nel gruppo ci sarebbero stati anche bambini e un cane. Quindi le tende, i sacchi a pelo, il cibo e l’acqua. Il fine settimana sarebbe stato quello del 25 Aprile, quindi primavera inoltrata. Ognuno avrebbe avuto il suo zaino bambino compresi, anche Caruso [il cane] di due anni aveva lo zaino con cibo e acqua; i bambini nello zaino avevano…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero del Reganico

    Il sentiero del Reganico è un percorso circolare che parte dalla strada verso la Piana all’altezza della vecchia cava e torna in paese nei pressi dell’Elibase. Il sentiero è stato restaurato dalle attività delle Scuole in Rete negli anni scorsi. Un tempo era una zona agricola, si incontrano fiori ma anche alberi e muri a secco. Ci sono zone dove si può sostare per un picnic, rocce colorate dai licheni e piccole grotte.Giunti quasi al termine si scorge la Cala dello Zurletto. Per completare il percorso occorre meno di un’ora senza le soste. Da non perdere in Primavera (foto del 2 aprile 2018, video 2 aprile 2021)

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Reciso

    La Cala del Reciso si trova sulla costa occidentale, sull’origine del nome ci sono ipotesi diverse. Nella cala ci trovano due archi naturali, il primo più grande una volta era “reciso” ovvero diviso in due da una roccia che poi è crollata (vedere le tre foto in fondo). Altra ipotesi sull’origine del nome è una fessura nella parte sinistra della cala, un vero e proprio tunnel che conduce nella vicina cala “Seno della Peruccia” che si intravede solo passandoci proprio davanti. https://youtu.be/0Oaa_mU9Q5g Il primo Arco Naturale è sormontato da un nido artificiale costruito dal Parco Nazionale per il Falco Pescatore che da alcuni anni trova rifugio a Capraia ma che…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Escursione al Semaforo del Monte Arpagna

    Di Fabio Guidi Il Semaforo si trova sul Monte Arpagna in una posizione molto panoramica, si trattava di una vedetta della Marina Militare in funzione fino a poco dopo la seconda guerra mondiale che serviva a controllare i confini marini con la Corsica. La guarnigione era formata da militari della Marina Militare ed era di stanza presso due costruzioni che si incontrano lungo il percorso, l’Alloggio dei Marinai (o Colombaie) e la Casa del Capitano. La vedetta sulla cima del Monte Arpagna era una costruzione fatta di metallo ed era dotata di un grande cannocchiale montato su rotaie e conservato proprio all’interno della struttura (ora in rovina). Il Semaforo era…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Vetriolo

    La Cala del Vetriolo si trova sulla costa occidentale di fronte alla Corsica. La Cale ha spettacolari colate laviche ed erosioni marine ed al centro (di fianco alla “pelle dell’elefante”) una grotta con due ingressi. Sul  lato destro le pareti di roccia sono perforate da grandi anfratti o “tafoni” ed sono ricoperte di licheni arancioni, dopo la pioggia si forma anche una cascata di acqua.  In alto la selvaggia pendice del Monte Rosso (224 m.), dove riappaiono rocce vulcaniche rosse e una gariga ad elicriso come a Cala Rossa.  Di recente sulle sue pendici sono state scoperti due gruppi di palme nane. Fin ad oggi dal mare era visibile solo il gruppo…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola in barca con il Rais Dragut II

    Noleggia il Rais Dragut II, è il miglior modo di vivere il mare dell’Isola di Capraia! La barca ideale per le vostre escursioni giornaliere all’insegna del confort e della sicurezza.  Il Rais Dragut II Il Rais Dragut II è una Minor Offshore 25 (ora Sargo boats). La barca è costruita in Finlandia, comoda e sicura offre 9 posti per i passeggeri in tutte le stagioni. Noleggio per Giro dell’Isola Standard  Un classico per tutte le stagioni in particolare in primavera per ammirare la flora e la fauna dell’Isola. Con soste per il bagno, visita alle grotte e alla zona della ex riserva integrale del Parco Nazionale  Durata: circa 3 ore Noleggio…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero per il Monte Castelluccio e la Mortola

    Di Fabio Guidi Un percorso ad “anello” dalla diramazione dell’ex carcere “L’Ovile” al Monte Castelluccio alla diramazione dell’ex carcere “La Mortola” e ritorno. Si percorre in circa 3 ore (soste comprese) e parte nei pressi della cabina Enel rossa sopra l’Ovile. Noi l’abbiamo provato in una splendida mattina invernale, tiepida ed assolata. Nella prima parte il sentiero sale molto ed è in pieno sole, prosegue poi tra la macchia alta in parte in ombra fino alla vetta del Monte Castelluccio (433 m.). Le vetta del Monte in realtà non si può raggiungere perché è costituita da una grande roccia con pareti ripidissime. La vetta sovrasta un grotta utilizzata fin da…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Moreto

    Superata la punta sud dell’Isola, subito dopo la Cala Rossa, troviamo la grande Cala del Moreto. Si tratta di una grande cala rivolta a sud ovest con fondali per lo più sabbiosi e coste molto varie. Si tratta di una sosta molto popolare per le barche a vela che vi sostano anche la notte. La Cala del Moreto ha due spiagge di sassi. La prima proprio al centro nella quale si trova un canalone da cui si accede alla piana dello Zenobito. La seconda ha il nome di Calanca del Sordo (o Pidocchio) e ci si arriva solo in barca. Si trova sulla destra della cala del Moreto ed appare…

  • Bere & Mangiare,  Capraia,  Cosa Fare,  Ricette

    La Sammola e le sue ricette

    La Sammola (Aglio trigono, Allium triquetrum) Molto comune a Capraia, si trova in prevalenza nei dintorni del Paese. E’ una pianta bulbosa perenne, con fusto alto 10-45 cm, fortemente trigono, dall’intenso odore di cipolla. Le foglie, quasi basali, sono molte lunghe. I fiori, peduncolati, sono raccolti in un’infiorescenza terminale ombrelliforme. Il bulbo, spesso fino ad 1,5 cm, può essere mangiato come l’aglio domestico. Fonte del testo:  www.oasiwwf.it Le ricette tradizionali Capraiesi a base di Sammole: Torta di Sammole Ingredienti: un mazzetto di sammole, 200 gr di farina, sale, pepe, 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva, acqua In una terrina tagliare a pezzetti le sammole. Aggiungere la farina, il…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola con Giovanni

    A bordo della motobarca MARGO’ potrete osservare la costa dell’isola: a picco, frastagliata ed erosa dalle forti mareggiate, ricca di grotte e anfratti la costa di ponente, più dolce e accogliente quella di levante. Appassionanti incontri ci riserva questa escursione: il raro ed elegante Gabbiano corso, i voli acrobatici del Falco pellegrino, i simpatici tuffi del Marangone dal ciuffo, i volteggi del Falco pescatore. Sosta obbligata a Cala Rossa per osservare i colori a contrasto dello spaccato grigio/rosso del vulcano dello Zenobito, con l’omonima Torre a guardia della punta sud dell’Isola. Visita alla zona della ex Riserva Integrale del Parco Nazionale e sosta nelle grotte dell’isola. Durante il periodo estivo…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero perduto dello Zenobito

    Il sentiero perduto dello Zenobito è una delle vie più antiche di Capraia che permetteva di arrivare alla Torre dello Zenobito e che probabilmente è stato utilizzato per la stessa costruzione della torre dal 1545. Il sentiero si percorre in circa 3 ore a partire dalla Piana. Si tratta di un sentiero impegnativo che si consiglia di percorrere a partire dalla mattina presto. Troverete l’imboccatura del sentiero dopo alcune decine di metri sulla destra al termine della recinzione dell’Azienda Agricola della Piana. Il sentiero corre parallelo alla costa est dell’Isola di Capraia. Una volta giunti sul primo promontorio si scorge già lontana la torre dello Zenobito e tutte di seguito…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Capraia, quando non ci vado mi manca

    di Francesca Uluhogian Che motivi ci possono essere per visitare l’isola di Capraia? La voglia di camminare può essere un valido motivo, vedere con i propri occhi la bellezza di questa isola può essere un altro, ma i motivi, in realtà sono davvero molti! Capraia fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed insieme alla Gorgona è il panorama abituale dell’orizzonte dei cittadini di Livorno. Le vedono da lontano, certo, ma sono talmente abituati a vederle li, davanti a loro, con le loro tipiche sagome così familiari, che prendono contrasto all’ora del tramonto. Ma proprio perché le hanno sempre davanti ai propri occhi, nella loro quotidianità che gli sembra di…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare,  Ricette

    I Totani Ripieni di Roberta

    Nel novembre 2018 la Rai con la trasmissione Linea Blu ha ripreso la nostra Roberta Benelli mentre preparava i suoi famosi Totani Ripieni (che poi sono Calamari) Ecco la sua ricetta: Ingredienti 4/5 totani di media grandezza; 1/2 uova; prezzemolo; aglio; pan grattato; 1 limone non trattato; 10 gr. di pinoli; mollica di pane (da mettere a bagno nel latte); pomodorini datterini; vino bianco; sale e pepe q.b. Pulire i totani, separando il corpo da ali e ciuffi; Mettere ali e ciuffi in una padella con poco olio e scottare per 3/4 minuti; Inserire nel mixer tritatutto e tritare velocemente; Prendere una boule a cui dovremmo poi aggiungere il composto…

  • Cosa Fare,  Diving,  Mare

    Immergersi a Capraia… Una esperienza indimenticabile!

    L’Isola di Capraia è la terza isola per grandezza dell’Arcipelago Toscano ed unica di origine vulcanica dell’Arcipelago Toscano, risultato di una doppia eruzione: una antichissima, risalente a circa nove milioni di anni fa ed una più recente, datata cinque milioni d’anni or sono. L’Isola è al centro del “santuario dei cetacei”, fulcro e perla del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, immersa nell’area marina protetta più grande d’Europa. L’Ente Parco regolamenta in modo preciso tutte le attività, sia terrestri che marine, e questo ha permesso una prodigiosa rivitalizzazione dell’intero ecosistema. Dai fondali di Capraia puoi aspettarti acque limpide come non mai, scenari emozionanti e tanto pesce che difficilmente è possibile incontrare altrove…

  • Bagni,  Cosa Fare,  Mare

    Il bagno nel Blu allo Scoglione

    Lungo la costa est di fronte alla Cala dei Porcili si incontra uno scoglio isolato chiamato lo Scoglione. Il luogo ideale per fare un bagno su un fondale alto da 10 a 40 metri circondati dai pesci. Il bagno nel Blu. Ci si arriva solo in barca e si può gettare l’ancora su un fondale di sabbia a pochi metri dallo scoglio. Si può nuotare tutto intorno ed appena immersi con la maschera sarà possibile vedere centinaia di piccoli pesci scuri chiamati Castagnole oltre a decine di specie diverse proprio vicino allo scoglio. Il fondale al largo dello Scoglione è molto profondo e precipita nel Blu intenso. E’ una sosta…

  • Cosa Fare,  Mountain Bike

    Il vecchio carcere di Capraia con la Mountain Bike

    Di Fabio Guidi L’attività principale all’aperto a Capraia è sicuramente il Trekking ma ci sono dei percorsi anche a disposizione di chi vuole esplorarla con la Mountain Bike. Il vecchio carcere ad esempio presenta una strada percorribile con questo mezzo. La strada inizia al Porto presso la chiesa dell’Assunta e si inerpica a tornanti fino all’ingresso del vecchio carcere delimitato da un arco colorato. Il carcere è stato attivo dal 1873 al 1986, la strada “Cornero” che si percorre per arrivare alla prima “diramazione” dell’Aghiale è stata costruita intorno al 1935 insieme al sistema di gestione delle acque piovane costituito dai vasconi e dai vadi. L’intero carcere è caratterizzato dalla…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Ceppo

    La cala del Ceppo si incontra sulla costa orientale appena superata la punta della Civitata. La cala ha un fondale quasi tutto di sabbia e l’acqua è di un azzurro chiaro perfetta per fare snokeling. La Cala si giunge in barca ma anche a piedi con un sentiero che parte dal Paese e che transitando per la zona della Piana porta al mare parallelamente al vado omonimo. Dalla Cala è facile osservare in volo i rapaci sulla costa alta ed il fondale è pieno di pesci (Occhiate) che circondano la barca in attesa di un pezzo di pane secco. Vedi anche: https://www.visitcapraia.it/itinerario-dal-paese-alla-cala-del-ceppo/

  • Cosa Fare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    Il giro dell’Isola “8su8” con Maurizio

    Di Elisa Casagrande Montesi Millenovecentoquarantotto. Ultimo di dodici fratelli, tutti con il nome che inizia  con la emme. Maurizio, una vita trascorsa in Capraia, e innumerevoli storie. Tanti sono i lavori che ha fatto, ma credo che quello che lo rappresenti meglio sia proprio questo. “8su8”, come lo chiama lui, ovvero, il giro dell’isola.  È un oratore Maurizio, ti incanta con i suoi anedottoti. Siamo nella sua cantina e lui è intento a cucinare granseole appena pescate. Con le orecchie ascolto, ma i miei occhi vagano meravigliati tra tutti i cimeli che costudisce come nel museo di una Capraia ormai dimenticata, ma che torna viva tra le sue parole. Come…

  • Cosa Fare,  Trekking

    La Torre delle Barbici

    Di Mariella Ugolini Quando si osserva un territorio insulare su una mappa, la curiosità cade innanzitutto sui luoghi ‘limite’, cioè le coste e in particolare le ‘punte’. Capraia, con il suo sviluppo longitudinale orientato da NE a SO, ha due punte estreme: a meridione quella dello Zenobito, con la splendida Torre circolare che domina la magnifica Cala Rossa, a settentrione quella della Teja, con la leggendaria Torre delle Barbici a picco sul mare. L’aspetto suggestivamente diruto della Torre delle Barbici, la struttura severamente squadrata sulla rupe costiera, la memoria della sua imponenza ne fanno perfetto luogo di prigionia per la ‘Regina’, liberata dal coraggioso Sabatino nella leggenda locale che ha…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala Rossa

    La Cala Rossa è ciò che resta di una bocca vulcanica vecchia di oltre 4 milioni di anni. Si trova sulla punta Zenobito ed è una delle più spettacolari cale del Mediterraneo. Ha acque cristalline e chiarissime su cui si rispecchia ciò che resta della bocca del vulcano ed è dominata Torre dello Zenobito di origine Genovese (1545). Cala Rossa è una tappa obbligata del giro dell’Isola in barca

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala della Mortola

    Costa Nord Orientale. La Cala della Mortola, il cui nome significa “luogo di mirti “, ha un fondale tutto di sabbia, meravigliosi riflessi verdi ed azzurri. Ha una spiaggia di ciottoli o di sabbia se il mare decide di concederla, il vento di Grecale la porta via ed il Libeccio la riporta. Si può raggiungere solo in barca ed è una tappa obbligata del giro dell’Isola. Intorno alla Cala fiorisce il Giglio stella (Pancratium illyricum) o Giglio di mare illirico che è un endemismo sardo-corso ed è diffuso solo in poche isole toscane in Corsica e in Sardegna. A Capraia si può ammirare già alla fine di Aprile sulla costa nei pressi dell’arco del Reciso e dalla Cala della…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero per la Cala della Carbicina

    Di Fabio Gudi Si tratta di una diramazione del percorso che porta allo Zenobito lungo la costa Est. Questo sentiero è importante perché porta al mare, in una località meravigliosa a poca distanza dalle cale Lo Zurletto e Ceppo. La Carbicina dista circa 6 km dalla piazza del paese e occorrono circa 2 ore per arrivarci. La Carbicina è una tappa del giro dell’isola in barca e anche dalla Barca Taxi in estate e potrebbe essere una buona idea organizzare il ritorno via mare. Il sentiero passa dalla Piana poi, dopo il Patello, il panorama si apre e si vede la Torre dello Zenobito e poco prima lo Scoglione. In…

  • Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala Rossa in inverno (31 dicembre 2019)

    La Cala Rossa è una piccola bocca vulcanica vecchia di 4 milioni di anni sulla punta sud dell’isola di Capraia. Si tratta di una delle più spettacolari cale del Mediterraneo, acque cristalline e chiarissime su cui si specchiano le rocce chiare del promontorio dello Zenobito, con l’omonima Torre di origine Genovese (1545), e il rosso del cratere del vulcano. E’ la meta obbligata di ogni giro dell’Isola in barca in tutte le stagioni. In inverno i colori sono più vividi, la terra all’orizzonte è la Corsica che dista solo 15 miglia nautiche. La barca nei video è il Rais Dragut II con il quale è possibile raggiungere Cala Rossa in…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Lo Stagnone di Capraia

    Scorrono le nubi sullo Stagnone (10 febbraio 2019) Di Fabio Guidi Prendete una domenica d’inverno a Capraia: l’occasione perfetta per un’escursione a piedi nel cuore dell’isola! Capraia è un’isola di origine vulcanica, nata circa 9 milioni di anni fa, ma sul territorio non ci sono tracce di bocche vulcaniche. La leggenda vuole che lo Stagnone, unico invaso naturale dell’Arcipelago Toscano, sia stato la bocca del vulcano. Questo “laghetto” è anche la destinazione della nostra gita. Dal paese di Capraia Isola, lo Stagnone dista circa 6 km. Il percorso è vario: si inizia andando verso la Piana ma poco prima di arrivarci si devia a destra in direzione dell’Arpagna. Da qui inizia la Strada del Semaforo…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il tramonto al Dattero

    Di Fabio Guidi Diciamo la verità, a Capraia manca una sola cosa, Il Tramonto… Il paese ed il porto, le uniche zone abitate, sono rivolte a Est per cui l’unico modo per vedere il tramonto è dal mare o dai rilievi montuosi dell’isola. Una semplice escursione a piedi fattibile in tutte le stagioni vi porta alla scogliera del Dattero. Si parte dal porto nei pressi della chiesa dell’Assunta, si percorre tutta la strada del vecchio carcere fino alla “diramazione” della Mortola (un bellissimo edificio abbandonato fin dagli anni 60). La Mortola rimane nascosta alla vista fino a che dopo una curva appare maestosa. Dopo la Mortola la strada prosegue e…