• Accessi al mare,  Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare,  Trekking

    Cala dello Zurletto

    Raggiungibile a piedi dal paese in circa 20 minuti dalla zona dell’Elibase. Dominata da un tipico scoglio a torre è una ottima cala per fare un bagno. Zurletto in capraiese è il nome dell’Asfodelo che infatti è molto diffuso in quest’area. Ideale con i venti dai quadranti occidentali. Acqua cristallina, rocce vulcaniche, piena di pesci.

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Reciso

    La Cala del Reciso si trova sulla costa occidentale, sull’origine del nome ci sono ipotesi diverse. Nella cala ci trovano due archi naturali, il primo più grande una volta era “reciso” ovvero diviso in due da una roccia che poi è crollata (vedere le tre foto in fondo). Altra ipotesi sull’origine del nome è una fessura nella parte sinistra della cala, un vero e proprio tunnel che conduce nella vicina cala “Seno della Peruccia” che si intravede solo passandoci proprio davanti. Il primo Arco Naturale è sormontato da un nido artificiale costruito dal Parco Nazionale per il Falco Pescatore che da alcuni anni trova rifugio a Capraia ma che per…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Vetriolo

    La Cala del Vetriolo si trova sulla costa occidentale di fronte alla Corsica. La Cale ha spettacolari colate laviche ed erosioni marine ed al centro (di fianco alla “pelle dell’elefante”) una grotta con due ingressi. Sul  lato destro le pareti di roccia sono perforate da grandi anfratti o “tafoni” ed sono ricoperte di licheni arancioni, dopo la pioggia si forma anche una cascata di acqua.  In alto la selvaggia pendice del Monte Rosso (224 m.), dove riappaiono rocce vulcaniche rosse e una gariga ad elicriso come a Cala Rossa.  Di recente sulle sue pendici sono state scoperti due gruppi di palme nane. Fin ad oggi dal mare era visibile solo il gruppo…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il sentiero per il Monte Castelluccio e la Mortola

    Di Fabio Guidi Un percorso ad “anello” dalla diramazione dell’ex carcere “L’Ovile” al Monte Castelluccio alla diramazione dell’ex carcere “La Mortola” e ritorno. Si percorre in circa 3 ore (soste comprese) e parte nei pressi della cabina Enel rossa sopra l’Ovile. Noi l’abbiamo provato in una splendida mattina invernale, tiepida ed assolata. Nella prima parte il sentiero sale molto ed è in pieno sole, prosegue poi tra la macchia alta in parte in ombra fino alla vetta del Monte Castelluccio (433 m.). Le vetta del Monte in realtà non si può raggiungere perché è costituita da una grande roccia con pareti ripidissime. La vetta sovrasta un grotta utilizzata fin da…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Moreto

    Superata la punta sud dell’Isola, subito dopo la Cala Rossa, troviamo la grande Cala del Moreto. Si tratta di una grande cala rivolta a sud ovest con fondali per lo più sabbiosi e coste molto varie. Si tratta di una sosta molto popolare per le barche a vela che vi sostano anche la notte. La Cala del Moreto ha due spiagge di sassi. La prima proprio al centro nella quale si trova un canalone da cui si accede alla piana dello Zenobito. La seconda ha il nome di Calanca del Sordo (o Pidocchio) e ci si arriva solo in barca. Si trova sulla destra della cala del Moreto ed appare…

  • Cosa Fare,  Diving,  Mare

    Immergersi a Capraia… Una esperienza indimenticabile!

    L’Isola di Capraia è la terza isola per grandezza dell’Arcipelago Toscano ed unica di origine vulcanica dell’Arcipelago Toscano, risultato di una doppia eruzione: una antichissima, risalente a circa nove milioni di anni fa ed una più recente, datata cinque milioni d’anni or sono. L’Isola è al centro del “santuario dei cetacei”, fulcro e perla del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, immersa nell’area marina protetta più grande d’Europa. L’Ente Parco regolamenta in modo preciso tutte le attività, sia terrestri che marine, e questo ha permesso una prodigiosa rivitalizzazione dell’intero ecosistema. Dai fondali di Capraia puoi aspettarti acque limpide come non mai, scenari emozionanti e tanto pesce che difficilmente è possibile incontrare altrove…

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala del Ceppo

    La cala del Ceppo si incontra sulla costa orientale appena superata la punta della Civitata. La cala ha un fondale quasi tutto di sabbia e l’acqua è di un azzurro chiaro perfetta per fare snokeling. La Cala si giunge in barca ma anche a piedi con un sentiero che parte dal Paese e che transitando per la zona della Piana porta al mare parallelamente al vado omonimo. Dalla Cala è facile osservare in volo i rapaci sulla costa alta ed il fondale è pieno di pesci (Occhiate) che circondano la barca in attesa di un pezzo di pane secco. Vedi anche: https://www.visitcapraia.it/itinerario-dal-paese-alla-cala-del-ceppo/

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala Rossa

    La Cala Rossa è ciò che resta di una bocca vulcanica vecchia di oltre 4 milioni di anni. Si trova sulla punta Zenobito ed è una delle più spettacolari cale del Mediterraneo. Ha acque cristalline e chiarissime su cui si rispecchia ciò che resta della bocca del vulcano ed è dominata Torre dello Zenobito di origine Genovese (1545). Cala Rossa è una tappa obbligata del giro dell’Isola in barca

  • Bagni,  Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala della Mortola

    Costa Nord Orientale. La Cala della Mortola, il cui nome significa “luogo di mirti “, ha un fondale tutto di sabbia, meravigliosi riflessi verdi ed azzurri. Ha una spiaggia di ciottoli o di sabbia se il mare decide di concederla, il vento di Grecale la porta via ed il Libeccio la riporta. Si può raggiungere solo in barca ed è una tappa obbligata del giro dell’Isola. Intorno alla Cala fiorisce il Giglio stella (Pancratium illyricum) o Giglio di mare illirico che è un endemismo sardo-corso ed è diffuso solo in poche isole toscane in Corsica e in Sardegna. A Capraia si può ammirare già alla fine di Aprile sulla costa nei pressi dell’arco del Reciso e dalla Cala della…

  • Cale di Capraia,  Cosa Fare,  Mare

    Cala Rossa in inverno (31 dicembre 2019)

    La Cala Rossa è una piccola bocca vulcanica vecchia di 4 milioni di anni sulla punta sud dell’isola di Capraia. Si tratta di una delle più spettacolari cale del Mediterraneo, acque cristalline e chiarissime su cui si specchiano le rocce chiare del promontorio dello Zenobito, con l’omonima Torre di origine Genovese (1545), e il rosso del cratere del vulcano. E’ la meta obbligata di ogni giro dell’Isola in barca in tutte le stagioni. In inverno i colori sono più vividi, la terra all’orizzonte è la Corsica che dista solo 15 miglia nautiche. La barca nei video è il Rais Dragut II con il quale è possibile raggiungere Cala Rossa in…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Lo Stagnone di Capraia

    Scorrono le nubi sullo Stagnone (10 febbraio 2019) Di Fabio Guidi Prendete una domenica d’inverno a Capraia: l’occasione perfetta per un’escursione a piedi nel cuore dell’isola! Capraia è un’isola di origine vulcanica, nata circa 9 milioni di anni fa, ma sul territorio non ci sono tracce di bocche vulcaniche. La leggenda vuole che lo Stagnone, unico invaso naturale dell’Arcipelago Toscano, sia stato la bocca del vulcano. Questo “laghetto” è anche la destinazione della nostra gita. Dal paese di Capraia Isola, lo Stagnone dista circa 6 km. Il percorso è vario: si inizia andando verso la Piana ma poco prima di arrivarci si devia a destra in direzione dell’Arpagna. Da qui inizia la Strada del Semaforo…

  • Cosa Fare,  Trekking

    Il tramonto al Dattero

    Di Fabio Guidi Diciamo la verità, a Capraia manca una sola cosa, Il Tramonto… Il paese ed il porto, le uniche zone abitate, sono rivolte a Est per cui l’unico modo per vedere il tramonto è dal mare o dai rilievi montuosi dell’isola. Una semplice escursione a piedi fattibile in tutte le stagioni vi porta alla scogliera del Dattero. Si parte dal porto nei pressi della chiesa dell’Assunta, si percorre tutta la strada del vecchio carcere fino alla “diramazione” della Mortola (un bellissimo edificio abbandonato fin dagli anni 60). La Mortola rimane nascosta alla vista fino a che dopo una curva appare maestosa. Dopo la Mortola la strada prosegue e…

  • Soggiornare

    L’Agenzia Viaggi Parco

    A fine anni ’80 un gruppo di giovani isolani intuisce che Capraia non poteva ridursi alla sola vocazione balneare ma era l’ora di far scoprire il ricco patrimonio di flora e fauna custodito al suo interno. Trasformandosi in una cooperativa iniziarono ad organizzare i primi soggiorni naturalistici. Avvistamenti di cetacei in barca a vela, campi studio naturalistici per le scuole, corso di fotografia naturale e il primo, in Italia, corso di birdwatching. L’agenzia Parco che conosciamo oggi nasce dalla spinta di questi ragazzi che hanno visto oltre. Fu così che nel 1989 la cooperativa diventa agenzia turistica con Marida, Antonella, Giovanni e Luciano. L’ufficio, colorato dalle opere dell’artista Rossella Faleni, si…

  • Capraia,  Flora

    L’Erba Gatta o Maro

    L’Erba Gatta o Maro (teucrium marum) è una pianta della famiglia delle Angiospermae Labiatae. Fusto legnosetto, ramosissimo, alto 30-50 cm. Foglie piccole, quasi persistenti, ravvicinate, ovato-lanceolate, di circa 1 cm di lunghezza, verdi, pubescenti e bianco cenerognole di sotto, con picciolo corto, esalanti forte odore eronatico eccitante e sternutatorio. Fiori piccoli, in racemi terminali; calice vellutato, con denti lanceolati; corolla porporina, con labbro inferiore a lobo mediano arrotondato. Fonte: Traverso 1990, p. 1154 In Capraia si incontra facilmente lungo la strada che si inoltra nella ex colonia penale. La fioritura principale avviene tra Giugno e Luglio.

  • Accessi al mare,  Giro dell'Isola in barca,  Mare

    La punta della Teglia

    La punta della Teglia o Teja, è l’estremità settentrionale dell’Isola. La costa è dolce, e un’ampia scalinata di rocce accoglie una colonia di gabbiani reali osservabili dal mare. In maggio le rocce ospitano i bei fiori di molti gigli di mare illirici. In alto, sulla destra, posizionata al limite della falesia laterale, si erge la Torre delle Barbici o della Teglia di origini genovesi, rispetto alle altre Torri cinquecentesche del Porto e dello Zenobito è posteriore (1699) ed ha forma quadrata invece che rotonda. Al largo appaiono gli scogli delle formiche , dove spesso stanno posati i Marangoni dal ciuffo. Fonte: Lambertini, Capraia Terra Mare, 2000 Si può raggiungere con…

  • Bere & Mangiare,  Cosa Fare

    Chérie

    Di Elisa Casagrande Montesi Chérie è un giovane locale aperto da Giada nel duemilaquindici. Genitori isolani, anche lei trascorre tutta la sua infanzia e parte dell’adolescenza in Capraia. Finisce gli studi a Livorno e continua la sua esperienza nei grandi hotel sul litorale livornese. Nel 2014 nasce Giorgio, figlio di Giada e Matteo, ed è con questa nuova vita che inizia a prendere forma quello che è sempre stato il desiderio di Giada: aprire un ristorante nella sua isola. Non solo. Vuole che suo figlio cresca nella stessa realtà in cui lei, anni prima, era cresciuta. Ecco che questi due sogni si uniscono in un locale che ricorda la casetta…

  • Soggiornare

    L’Agenzia della Rosa

    Di Elisa Casagrande Montesi L’Agenzia Della Rosa nasce nel 1994 con Nadia e Massimiliano. Compra-vendita ma soprattutto affitti turistici che garantiscono indipendenza e tranquillità a coloro che sceglieranno Capraia per la loro vacanza. Appena scesi dalla nave vi basteranno pochi passi per trovare Nadia pronta ad accogliervi e accompagnarvi al vostro alloggio. Le case sono di tutti i tipi: grandi per le famiglie, più intime per le coppie, ma sarà sicuramente la tipica abitazione Capraiese che vi colpirà. Costruita in pietra, su tre livelli e giardino. L’Agenzia Della Rosa mette a disposizione dei suoi clienti anche servizi nautici, come il taxi boat.  Alla coppia si aggiunge lo zio di Massimiliano, Maurizio,…

  • Soggiornare

    Il Giardino di Azzurra

    Di Elisa Casagrande Montesi Azzurra, livornese di nascita, passa da sempre le sue vacanze in Capraia. Innamorata dell’isola come Bruno, suo marito, e come i loro due figli. Spiriti liberi sempre alla ricerca di una nuova avventura, un giorno vedono questa “casona” bianca e decidono che diventerà il loro b&b. Dopo importanti ristrutturazioni, senza sconvolgere l’identità storica dell’abitazione, il primo luglio duemilaquindici apre le porte “il giardino di Azzurra”, unico bed and breakfast dell’isola. La casa si innalza su tre livelli, come la più tipica delle abitazioni capraiesi, cucina e giardino sotto e zona notte a salire. Tre camere doppie che diventano, all’occorrenza, quadruple per ospitare una famiglia o un…

  • Capraia,  Flora

    La Cineraria Marittima

    La Cineraia Marittima (Senecio cineraria DC., Astaracee) occupa la fascia costiera dell’isola nella parte alta delle coste rocciose fra 10 e 80 m di altitudine. Si può ammirare anche lungo la parte terminale del sentiero che conduce alla Cala dello Zurletto ma anche durante il giro dell’Isola in barca. Fioritura da Giugno

  • Cosa Fare,  Trekking

    L’Anello lo Stagnone – Monte Le Penne

    Di Mariella Ugolini L’Anello lo Stagnone – Monte Le Penne: Paese – Piano – Lo Stagnone – Monte Le Penne – Ex Colonia Penale – Porto – Paese L’anello dello Stagnone – Monte Le Penne è l’itinerario immancabile per chi soggiorna a Capraia: un susseguirsi di ambienti e di panorami che permette di conoscere le meraviglie naturalistiche e storiche di quest’isola meravigliosa. ‘Lo Stagnone’ è l’unico lago naturale di tutto l’Arcipelago Toscano, incastonato tra il Monte Forcone e il Monte Rucitello lungo la dorsale insulare, un luogo di assoluta pace e tranquillità dove osservare la natura. Dal Monte Le Penne si può godere di un panorama strepitoso sulle isole toscane,…

  • Cosa Fare,  Trekking

    L’Anello dello Zenobito

    Di Mariella Ugolini L’Anello dello Zenobito: Paese – Piano – Monte Arpagna – Punta dello Zenobito – Sentiero perduto dello Zenobito – Piano – Paese Il percorso ad anello che permette di esplorare la zona centro sud dell’isola di Capraia è fra gli itinerari più affascinanti dell’Arcipelago Toscano e permette di raggiungere la Punta dello Zenobito. L’estremità meridionale dell’isola è uno dei luoghi più belli del Mediterraneo: le alte scogliere di roccia vulcanica dai colori sorprendenti precipitano a picco nel blu del mare, la vegetazione di gariga e macchia colonizza l’ambiente estremo, l’antica torre genovese resiste al vento nella natura selvaggia dell’isola guardando l’orizzonte infinito.  Qui più che altrove potrete…

  • Capraia,  UGC (user generated content)

    C’è un’Isola-che-non-cè per ogni bambino…

    Di Marco Rustioni Isole: Capraia C’è un’Isola-che-non-cè per ogni bambino, e sono tutte differenti.(Peter Pan)      Arcipelago toscano! Sette perle!! Sette frammenti di Terra testimoni di irripetibili  vicende geologiche che si sono rincorse in milioni di anni. Mondi nel mondo! Scrigni capaci di custodire gelosamente il loro prezioso contenuto frutto di mirabili eventi naturali che si sono intrecciati nel corso del tempo, ora in modo pacato ora tumultuoso.           Eccola, Capraia!! Adagiata tra la Gorgona e l’Elba e  protesa verso la Corsica, entra in scena a partire da 10 milioni di anni fa a causa di  eventi vulcanici destinati a cambiare il volto di questa parte del “mare nostrum”. Isola…